Egregio Dottore,ho 38 anni e mi sono sottoposta ad una visita cardiologica con elettrocardiogramma ed ecocardiogramma perché soffro di attacchi di panico ed ho sempre paura di avere un infarto. Il cardiologo mi ha detto che non devo essere preoccupata perché ho un cuore forte e sano e che non ho nessun problema cardiaco; nonostante la mia forte agitazione per la visita che ha fatto registrare una frequenza di 120 battiti al minuto e pressione 130/90. Già mentre mi sottoponeva all'ecocardiogramma i valori stavano rientrando nella normalità.Mi ha ribadito di stare tranquilla e di poter praticare qualsiasi tipo di sport. Ora leggendo il referto in un rigo c'è questa unica frase che mi lascia perplessa:"diffuse atipie della fase di recupero VS". Nella visita precedente risalente a circa un anno fa nonostante la mia solita agitazione non c'era alcun riferimento in merito. Il cardiologo non me ne ha proprio parlato e mi ha detto di far passare almeno due anni per un'ulteriore controllo.Le mie domande sono:Cosa significa questa frase, devo preoccuparmi e fare indagini più approfondite?Potrebbero essere dipese dagli attacchi di panico e di ansia che hanno preceduto quest'ultima vista?Oppure dall'ansiolitico che stavo assumendo?Nei prossimi ecg saranno sempre presenti?Grazie infinite per i dubbi che vorrà chiarirmi...ne avrei tanto bisogno.