Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

29-05-2018

Attacchi di prurito di varia intensità e macchie rosse quasi dappertutto

Salve,

sono un ragazzo di 24 anni, questi ultimi 2-3 anni sto avvertendo un prurito localizzato quasi dappertutto con delle macchie rosse, mi succede ormai sempre più spesso, ormai più di una volta ogni giorno, le aree dove si presenta più spesso sono: la pancia; il petto; il pube(solo alla fine di una masturbazione); le gambe; le braccia(alcune volte anche i polsi ma più raramente). Quando ho questo problema, è abbastanza fastidioso perché sono costretto a fermare tutto ciò che sto facendo in quel momento e grattarmi, in più sembrerebbe che il calore peggiori la situazione. Le probabilità che si presenti questo problema aumentano quando ho un'emozione forte, quando attuo uno sforzo fisico e quando è estate.

Il prurito a volte si allevia quando punto un ventilatore su di me. È doveroso che io vi informi del mio background , dato che il mio stile di vita è cambiato radicalmente dal 2015(quello che seguo ora è assolutamente non salutare, ne sono consapevole): Non bevo più di 5 o 6 bicchieri d'acqua al giorno(ancora meno d'inverno).

Quando avevo intorno ai 12 anni, stavo seduto(e anche male) per tante ore ogni giorno e seguivo una dieta fatta principalmente di grassi, quindi ero obeso, non ricordo a quanti anni iniziai quello stile di vita ma ricordo che finì ai miei 16 anni, da li cambiai totalmente stile di vita, uscivo quasi ogni giorno, facevo attività fisica ed ero una persona abbastanza spericolata quindi avevo emozioni decisamente più forti di quelle che provo in questi ultimi 2-3 anni, perché dai 19 anni, per vari motivi ho rotto i contatti con tutti i miei amici ed ho quindi iniziato ad uscire sempre di meno eccetto che per recarmi all'università(che ho appunto iniziato a 19 anni)(comunque una volta recatomi all'università dovevo comunque sedermi).

L'università, i vari coinquilini e la rottura dei contatti con i miei amici mi hanno procurato non poco stress durato più di 3 anni. Per ora alcuni dei problemi che potrei essermi procurato a causa dello stress sono: una cisti(che non ho più); il ciclo sonno veglia invertito; i calcoli alla colecisti; probabilmente problemi alla spina dorsale perché la mia postura è ripiegata n avanti. Quest'anno ho deciso di abbandonare l'università, anche per il fatto che, quando avverto il prurito non posso controllarlo facilmente e se troppo forte devo svestirmi(anche dell'intimo) per poi grattarmi. A marzo 2017 ho fatto un pò di attività fisica per 1 mesetto(squat, push-up, plank e pesi da 5 kili)(da quel che ricordo riuscivo a farla senza avvertire troppo prurito) ma poi ho smesso. Comunque per la maggior parte del tempo sono rimasto seduto, soprattutto quest'anno, anche in posture scorrette.

Sono sempre d'avanti al computer ogni ora del giorno e mi alzo solo per cucinare, andare in bagno e andare a letto. 4 giorni fa(per 2 giorni) ho fatto attività fisica(cyclette ~20 minuti, stepper ~10 minuti e una decina di squat) e bevuta una bottiglia d'acqua al giorno, e quello che ho constato è:

- Il problema mi viene quando ho un battito cardiaco veloce. - Il problema passa(a volte con molta difficoltà) quando uso una corretta respirazione(dato che il battito cardiaco scende quando espiro e si stabilizza)(anche quando ho emozioni forti)

. - se dopo aver fatto gli esercizi sto seduto per molto tempo, credo di sentire il sangue fluire male alle gambe

. - dopo aver fatto gli esercizi sento come uno sblocco ai polmoni e posso aspirare pienamente.

Oggi che sono 2 giorni che non faccio attività fisica, ho avuto uno di questi attacchi ed è continuato anche usando una corretta respirazione e anche dopo aver acceso il ventilatore, quindi son dovuto sdraiarmi sul letto e così è passato dopo un pò(immagino che il sangue faccia meno fatica se sono sdraiato). Sono al quanto sicuro che questi attacchi peggiorino in base al modo in cui li affronto psicologicamente.

C'è da dire che non è che non faccio attività fisica perché sono pigro, ma perché in questi ultimi 2-3 anni non sono più uscito dalla mia comfort-zone, ci sono sempre più dentro e quindi ora mi vergogno sia ad uscire di casa che a fare attività fisica, infatti se non mi vergognassi andrei dalla dottoressa di famiglia o da un dermatologo etc...(però prima ho poi ho intenzione di cambiare radicalmente vita, è solo che ora con questi attacchi di prurito non è facile immaginare di poter uscire di casa senza problemi). Informazioni che non so se sono rilevanti o meno: Non sono grasso però mangio sempre le stesse cose, faccio la doccia una volta ogni 3/4 mesi. Su internet, l'unico problema simile che ho trovato è chiamato "Sindrome della classe economica", ma in quel caso il prurito è solo alle gambe. Se devo essere sincero, ciò che mi preoccupa di più è se questo prurito è risolvibile una volta per tutte oppure ci dovrò convivere per tutta la mia vita. Grazie in anticipo della risposta!

Risposta di:
Dr. Corrado QuadriniDottore Premium
Specialista in Dermatologia e venereologia e Psicologia e Psicoterapia
Risposta

Certamente il suo stile di vita non è ideale. Anche una doccia ogni 3-4 mesi è un po' poco! Probabilmente c'è un'orticaria cronica. Le consiglio di consultare un dermatologo a lei vicino e di farsi aiutare da uno psicologo. Buona giornata Corrado Quadrini

TAG: Dermatologia e venereologia | Disturbi dell'umore | Esami | Giovani | Igiene e medicina preventiva | Infiammazioni | Medicina generale | Pelle | Psicologia | Salute mentale
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!