Per scoprire precocemente lo sviluppo di melanoma, i dermatologi consigliano di eseguire - come prima forma di prevenzione - l’esame visivo della pelle seguendo la cosiddetta regola ABCDE.

Quello che bisogna fare è: osservare periodicamente ogni cambiamento di forma, dimensione, colore o posizione di un neo o di una qualsiasi altra macchia cutanea.

ABCDE per prevenire il melanoma

Da molti anni la regola dell’ABCDE rappresenta l’indicatore clinico per sensibilizzare la popolazione verso una diagnosi precoce di melanoma, ossia il più aggressivo dei tumori della pelle.

Molti specialisti suggeriscono di fare prevenzione semplicemente tenendo sotto controllo la superfice della pelle e imparando a riconoscere eventuali segnali sospetti, seguendo la regola ABCDE.

Questo schema praticamente ricorda le caratteristiche che rendono atipico un neo o una macchia cutanea, ossia:

  • A - Asimmetria della forma, con una metà che potrebbe essere più grande dell’altra;
  • B - Bordo irregolare o fratagliato, tipo a “carta geografica”;
  • C - Colore disomogeneo che va sui toni scuri oppure sul rosso/rosa, talvolta variabile da una zona all'altra della macchia stessa;
  • D - Diametro dei nei superiore ai 6 mm;
  • E - Evoluzione rapida nel tempo, per cui la lesione tenda a modificare la propria forma, il colore o la superficie rispetto allo stato iniziale.

Ricordiamo che tutti i nei possono modificarsi nell’arco di una vita, ma quello che deve far sospettare è quando queste modifiche insorgono in poco tempo, allora è fondamentale rivolgersi al proprio dermatologo per una visita.

Prevenzione del melanoma: i soggetti a rischio

Ogni persona deve sottoporsi, almeno una volta nella vita, ad una visita dermatologica con esame dermatoscopico dei nei. In particolare, sono maggiormente a rischio di sviluppare tumori alla pelle i soggetti con:

  • Pregressa storia familiare di melanoma;
  • Carnagione della pelle chiara, capelli biondi o rossi e occhi chiari (fototipo I,II);
  • Presenza di molti nevi e/o lentiggini sulla cute;
  • Pelle particolarmente invecchiata dal sole o danneggiata dall’abuso di lampade.

Come eseguire la regola ABCDE melanoma

Per eseguire un corretto autoesame della cute seguendo la regola ABCDE, è una buona prassi porsi davanti ad uno specchio e osservare la pelle del corpo nella parte anteriore e posteriore, poi il lato destro e sinistro con le braccia alzate.

Esplorare con attenzione avambracci, mani, cosce, gambe e piedi, compreso la pianta e gli spazi interdigitali. Con l’aiuto di uno specchio manuale osservare la parte posteriore del collo, le orecchie, il cuoio capelluto e infine controllare attentamente glutei e genitali.

Non sempre, tuttavia, è facile dedicare il giusto tempo all’autoesame della pelle, tanto più farlo diventare una routine periodica. A semplificare questa attività ci può aiutare un’app, SkinVision, che permette di fare controlli cutanei in tempo reale con lo smartphone e restituire una valutazione sul grado di rischio in pochi secondi.