Eczema: cause e sintomi

Eczema: cause e sintomi

Prurito e sfoghi cutanei sono i sintomi con cui si manifesta generalmente l'eczema, la più comune malattia infiammatoria della pelle.
In questo articolo:

L'eczema (o dermatite) è una malattia infiammatoria della pelle non contagiosa. È la più comune delle malattie della pelle e può colpire a qualunque età anche persone senza particolari problemi di salute.

Perché compare l’eczema?

L’eczema è causato da una reazione anomala della cute rispetto ad alcuni fattori sia interni che esterni al corpo, che determinano la comparsa di infiammazione.

Solitamente, l'eczema si manifesta più di frequente sottoforma di:

  • Dermatite atopica, caratterizzata da una risposta esagerata a livello cutaneo per l’esposizione a diversi stimoli ambientali (alimenti, polline, acari) spesso correlata a patologie allergiche;
  • Dermatite da contatto, che compare in seguito al contatto con sostanze irritanti tipo prodotti cosmetici, detergenti, solventi, sostanze presenti nei fiori, nelle verdure, nei medicinali ecc.

Come riconoscere un eczema

L'eczema si manifesta generalmente con prurito e sfoghi cutanei: la malattia comincia di solito con un piccolo arrossamento che tende a espandersi in una serie di macchie rosse, placche e vescicole umide che nel tempo, anche a causa del loro sfregamento, tendono a rompersi e diventare croste oppure a squamarsi, finché la pelle diventa secca e spessa.

Nella dermatite atopica le parti del corpo più colpite sono il viso, il collo, i gomiti, le ginocchia, i polsi e le caviglie. Nella dermatite da contatto le lesioni compaiono nei punti del corpo che hanno toccato le sostanze irritanti come, ad esempio, le mani.

L'eczema provoca intenso prurito che può anche essere molto debilitante, ma bisogna evitare di grattarsi per non peggiorare la situazione e per non provocare ferite sulla pelle che rischierebbero di infettarsi.

Come curare un eczema

La terapia consiste nel controllo della malattia più che nel trattamento dell’eczema. Lo scopo infatti è la riduzione del rossore, dell’infiammazione e del prurito che comporta l’assunzione di farmaci antistaminici, emollienti e pomate cortisoniche.

L'eczema va quindi innanzitutto prevenuto: nella dermatite da contatto è consigliabile stare lontani da sostanze dannose per la pelle; nel caso della dermatite atopica, invece, bisogna individuare ed evitare l'allergene incriminato.

Vuoi parlare con un dermatologo?

Su Paginemediche puoi parlare via chat con un dermatologo e ottenere risposte ai tuoi dubbi, condividendo anche immagini in tempo reale. Clicca qui per chiedere un consulto.

Cerca un medico nella tua città
Specialista in Dermatologia e venereologia
Milano (MI)
Specialista in Dermatologia e venereologia
Siracusa (SR)
Contatta il migliore specialista nella tua città
Specialista in Dermatologia e venereologia
Prov. di Roma
Specialista in Allergologia e immunologia clinica e Dermatologia e venereologia
Messina (ME)
Specialista in Dermatologia e venereologia
Barga (LU)
Specialista in Dermatologia e venereologia
Salerno (SA)
Specialista in Dermatologia e venereologia
Palermo (PA)
Specialista in Dermatologia e venereologia e Psicologia e Psicoterapia
Prov. di Milano
Specialista in Dermatologia e venereologia
Prov. di Verbano Cusio Ossola
Specialista in Dermatologia e venereologia e Dermosifilopatia
Salerno (SA)