21-11-2007

broncopolmonite atipica senza febbre

Per tre anni di seguito mio marito nel periodo invernale ha continuamente bronchiti, 2 anni fà(2004) e lo scorso anno (2006) ha avuto una broncopolmonite atipica senza febbre, diagnosticata da 1 lastra al torace, sottoposto a cura di penicellina per 10 giorni non ha riscontrato alcun miglioramento anzi dopo la seconda lastra al torace la situazione è peggiorata, ha trovato un miglioramento dopo che un pneumatologo gli ha prescritto cortisone e steroidi, ha effettuato una tac che mostrava una "miracolosa"guarigione. Quest'anno ha assunto dal mese di ottobre tre volte antibiotici e continuamente spray broncodilatatore e continua a stare male non appena l'antibiotico perde l'effetto. Vi chiedo un consiglio, sto perdendo fiducia anche nel suo medico curante.
Attualmente mio marito sta prendendo delle pastiglie di cortisone.
Grazie Anticipatamente.
Possiamo farci prescrivere dal medico di famiglia una visita presso la vostra struttura?
Risposta
Cara signora la storia che mi ha riportato è certamente lacunosa. Non credo che si sia trattato di polmonite in senso stretto nè, tantomeno, di bronchiti recidivanti. Le polmoniti atipiche, tra l'altro, non sono curabili con penicilline, notoriamente inefficaci in questi casi, quanto, piuttosto, da macrolidi e fluorochinoloni in associazione con cortisonici. Bisogna, inoltre, tenere conto di elementi aggravanti il quadro clinico e favorenti le recidive quali il fumo di sigaretta e l'esposizione ad inquinanti atmosferici. In quanto alla sua richiesta, poi, è certamente possibile prenotare una visita presso la nostra struttura ospedaliera mediante il nostro Centro Unico di Prenotazione.
TAG: Apparato Respiratorio | Malattie dell'apparato respiratorio | Pneumologia | Polmoni e bronchi
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!