16-04-2008

Buonasera. ho 33 anni e facendo un ecg mi hanno

Buonasera. Ho 33 anni e facendo un ECG mi hanno riscontrato delle extrasistoli ventricolari. Successivamente ho fatto un Ecg ed un EcoCg dal cardiologo che non ha riscontrato niente di rilevante. Dal successivo ECG secondo Holter sono risultate 10729 extrasistoli ventricolari monoformi ripetitive in 13 coppie. Siccome nelle fasi di tachicardia le stesse diminuivano di parecchio, il dottore mi ha detto di fare un Ecg da sforzo per verificare se sotto sforzo si abbassa il numero delle extrasistoli. Il dottore mi ha detto che il numero delle Bev non sono poche ma potrebbero essere di origine benigna. Ma che significa? Se esiste un aritmia, significa che è un segnale di qualcosa? E da benigne potrebbero diventare maligne?
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Risposta
Carissimo , quando si dice extrasistoli di origine benigna si intendono battiti irregolari che non sono pericolosi clinicamente. Se come hai detto al tuo ecocardiogramma il cardiologo non ha trovato niente vuol dire che il tuo cuore è funzionalmente normale. Dovrai fare però dei controlli periodici perché talvolta le extrasistoli possono aumentare in frequenza e numero o in successione e allora alcune volte devono essere trattate . Parlane comunque con il tuo medico di fiducia che saprà darti buoni consigli. Ciao
TAG: Cuore | Malattie dell'apparato cardiovascolare