15-05-2008

Buongiorno sono una donna di 29 anni il 21 marzo

buongiorno sono una donna di 29 anni il 21 marzo durante un controllo della gravidanza è stato riscontrato che il mio bambino era tachicardico così si è ritenuto opportuno farlo nascereil giorno stesso con parto cesareo visto che era alla 34 settimana+ 4 gg. Alla nascita le condizioni peso 2320g;lungh. 43 cm; cc 32 cm; APGAR 1 min:8; 5 min:9. A 7 ore di vita 2 crisi di tachicardia con frequenza cardiaca pari a 210-220 bpm diagnosticata dall'ECG come tachicardia parossistica sopraventricolare, risoltosi con diving reflex. Iniziata terapia con digitale e da allora non più presentati episodi di TPSV. all'ascultazione frequenti extrasistoli.Durante il ricovero sono stati eseguiti un ulteriori ECG ed HOLTER ECG delle 24 ore. L'ECG eseguito il 26-3-2008 ha evidenziato tachicardia sinusale (200bpm) e BESV. L'ECG del 03-04-08 ritmo sinusale FC 160 bpm. QTc 0.4 sec. PR: 0.1 sec. Non alterazioni significative nella ripolarizzazione. L'esame ECG Holter eseguito l'01-04-08 è stato condotto i corso di ritmo sinusale FC media 142 bpm. Sporadiche extrasistoli sopraventricolari singole. Diffuse alterazioni del tratto ST verosimilmente compatibili con l'età . Non pause patologiche. Eseguita anche Ecografia celebrale il 03-04-08 risultata nella norma ed Ecocardiogramma effettuato il 02-04-08 che non rileva anomalie strutturali cardiache; shunts intracardiaci fetali assenti; contrattilità miocardica non compromessa. Dopo tali esami è stata sospesa la terapia con digitale e sostituita con propanololo (inderal 0.5 ml x 3 volte al giorno). Io durante gli ultimi 15 gg di gravidanza ho assunto dosi eccessive di the (circa 3 lt al gg) in quanto mi era stato suggerito di bere molto ed inoltre avevo una situazione famigliare difficile (la morte del mio nonno ed il ricovero in ospedale del mio papa') e volevo chiedere se questi eventi potevano aver influito sulle condizioni del mio piccolino. Inoltre oggi ad un controllo mi è stata aumentata al dose dell'INDERAL a 1ml x 3 volte al gg. spiegandomi che la dose somministrata in precedenza era veramente troppo bassa e non serviva a nulla (peso attuale 3kg.) ma io mi chiedo se non serviva a nulla ed il mio bimbo è stato sempre bene a cosa serve aumentarla ora anche perchè mi era stato detto alla dimissione che pian piano il farmaco andava sospeso non aumentato mi potete dare chiarimenti? Inoltre già che ci sono chiedevo se visto che da alcuni giorni il mio bimbo presenta anche coliche addominali posso usare l'algior o quale altro rimedio mi consigliate che vada bene con l'assunzione dell'INDER. grazie di tutto
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Risposta
Il bambino sta bene; la cura è corretta e in futuro potrà essere sospesa, gradualmente. Non vi è relazione con l’assunzione di the o con i problemi vissuti in gravidanza.
TAG: Cuore | Malattie dell'apparato cardiovascolare