buongiorno, sono una donna di 47 anni e da quasi tre soffro di bruciore e dolore anale quasi costante in seguito a defecazione.(senza sangue).tre anni fa appunto mi sono sottoposta a visita proctologica nel corso della quale mi è stata diagnosticata ragade anale posteriore curata con myoxirag.non avendo miglioramenti, ho fatto altre visite durante le quali non è emerso nulla: no ragadi no emorroidi.Soffro di sindrome del colon irritabile con prevalenza di stitichezza che tengo sotto controllo, al bisogno con l'assunzione di una bustina al giorno di onligol.Sono stata anche sottoposta a colonscopia (a febbraio 2014) il cui referto è il seguente:Pancoloscopia: esame condotto sino al cieco in buone condizioni di preparazione intestinale. Valvola ileo-cecale regolare. Pareti distensibili, normoaustrate, con normale mucosa e reticolo vascolare in tutti i tratti.Plesso emorroidario modestamente congesto.Nel mese di maggio, ho ripetuto visita proctologica presso un altro medico per continui bruciori anali post defecatori il quale si è limitato ad una veloce e sola ispezione digitale ed il cui esito è il seguente:prolasso muco emorroidario asimmetrico, cute perianale nella norma.Sfintere normotonico, non ragadi, non sangue in ampolla, feci normocromiche, prolasso muco emorroidario circonferenziale con cavoccioli congesti.Cura: daflon 2 cps mattima e 2 cps la sera per 15 gg. ruscoroid la sera e dopo le evacuazioni. Verbalmente mi ha anche specificato che trattasi di emorroidi di 3 grado.Ho seguito la cura come prescritto ma non avendo riscontrato miglioramenti ho consultato nel mese di luglio nuovo proctologo la cui diagnosi è la seguente:Obiettività perianale con piccola marisca posteriore non congesta in atto.In esplorazione rettale normo tono sfinterale anale con valida funzionalità. Rettoscopia: mucosa ampollare nella norma.In canale anale normo tono sfinterale con valida funzionalità. Piccola papilla ipertrofica in parete posteriore con piccola erosione satellite.Cura: celevis gel per 15 gg. Nonostante tutto i miei bruciori non sono cessati e la scorsa settimana, dopo aver fatto della cyclette in palestra, ho iniziato ad avvertire un fastidio anale più intenso con perdite di sangue rosso vivo sulla carta igienica (solo post defecazione e mai avuti).Ieri, nuovo controllo proctologico presso lo stesso medico precedente con diagnosi:Obiettività invariata. In esplorazione rettale non riferita dolorabilità alle manovre esplorative.Rettoscopia: mucosa ampollare nella norma, in canale anale mucosa appare lievemente edematosa con minima ectasia emorroidaria posteriore con piccola papilla sovrastante. Non ragadi anali.Cura: 2 cps daflon e celevis pomata per 10 gg.In relazione a tutto ciò mi pongo delle domande:- ma a quale diagnosi devo fare affidamento? a quella che mi diagnostica emorroidi di 3° grado o alle altre?- come è possibile che una prolasso emorroidario di 3° grado si trasformi magicamente in una semplice minima ectasia emorroidaria?- che cosa mi provoca questi fastidiosi bruciori che ormai mi trascino da anni.-può essere stata la cyclette a provocarmi infiammazione al plesso emorroidario?Non so più quali altri controlli effettuare!Scusate lo sfogo e se mi sono dilungata ma sono esausta e non so più cosa pensare.Grazie per la cortese e paziente attenzione.