Ho 41 anni e da qualche anno, avvertivo delle fitte soprattutto dopo aver mangiato dolci o carboidrati al fianco destro come dei leggeri spasmi che poi tendevano a scomparire. Siccome però diventavano frequenti ho fatto ecoaddome. Il fegato e risultato nella norma. La riflessione del parenchima epatico è disomogenea ed iperecogena come per steatosi di basso grado, priva di lesioni focali nei segmenti esplorabili. Colecisti in sede, distesa con modesta quantità di bile densa. Pancreas non valutabile, esame ostacolatp dal meteorismo intestinale. Milza regolare, reni, vescica e prostata tutto regolare. Esame fatto a febbraio. Visita epatica fatta in seguito. Nulla al fegato di cui preoccuparsi. Ad oggi ho perso peso sono a dieta. Ma ultimamente forse complici le festività la situazione è peggiorata non so come spiegarlo. Erano mesi che non toccavo dolci. Un bicchiere di vino e uno di spumante. Niente di più. Poi attività fisica come sempre ed è li che ho avuto l avvisaglia. Mi sono dovuto fermare per una fitta forte al fianco destro. Poi la situazione si e normalizzata. Ma appena mangio qualcosa anche solo una frutta sento delle piccole fitte continue localizzate sempre sul fianco destro poco sotto il costato. Tengo a precisare che vanno e vengono durante il pasto e la digestione. Questa cosa mi sta preoccupando perché mi tormenta rendendo il conviverci difficile. Tra l altro ho perso diversi kg da 71,5 sono passato a 60 ma nonostante tendo ad avere sempre come un leggero gonfiore nel girovita. Tengo a precisare che ho anche veri e propri attacchi di meteorismo che mi accompagnano per parecchio tempo durante la giornata. La mia sensazione è che si siano formati dei calcoli. E possibile??? Le ultime analisi del fegato. AST 52,ALT 40 GAMMA GT 21. Ldh 267. Grazie a chi saprà indicarmi la via migliore da percorrere per risolvere