L’ESPERTO RISPONDE

Calcolo colecisti, ernia iatale e gravidanza

Ho 35 anni e vi scrivo perchè da inizio agosto ho costanti dolori alla bocca dello stomaco, divenuti sempre più forti e pressochè costanti (ho poche ore di tregua al giorno). Lo specialista mi ha consigliato gastroscopia (da cui si evince solamente una 'piccola ernia iatale') e un'ecografia addome superiore (da cui sono emersi calcoli centimetrici alla cistifellea che risulta contratta). Secondo lo specialista il mio dolore deriva dal calcolo, e non dalla (appunto) piccola ernia iatale e mi suggerisce l'intervento per togliere la cistifellea.
Nel frattempo mangio pochissimo, solo in bianco, ho bandito ogni grasso, olio, cibo piccante o pesante. Mangio solo cracker, biscotti secchi, frutta, verdura scondita e ho perso quasi 6 Kg in 2 mesi (ora peso 51,7 Kg e sono alta 153 cm). Ho scoperto di essere incinta (sono ora alla 9' settimana), pertanto il chirurgo ha lasciato la palla al ginecologo.

Il ginecologo dice che l'intervento può essere effettuato superato il terzo mese, ma non oltre il quarto. Sto aspettando con impazienza, ma nel frattempo i dolori non si placano (forse accentuati dallo stato di gravidanza?), si sommano dolore alla bocca dello stomaco e nausee quotidiani. Posso prendere solo tachipirina (a volte qualcosa fa) e Maalox (chissà se serve?).
Il mio dubbio ora è: come facciamo a sapere se il mio dolore derivi dal calcolo, o se non sia la piccola ernia la responsabile? Come faccio a essere sicura che l'intervento di colcistectomia (che essendo incinta ovviamente mi dà un po' di preoccupazione) sia risolutivo? Chi sa dirmi se il dolore viene proprio dal calcolo? Io ho sempre pensato di sì, ma non ho dolore al fianco destro o alla spalla o alla schiena, ma sempre e solo alla bocca dello stomaco, gonfiore, indolenzimento, inappetenza. Perdonate il papiro e grazie se potrete darmi un parere e un consiglio su come muovermi. Grazie, saluti.

Risposta del medico
Dr. Marcello Picchio
Dr. Marcello Picchio
Specialista in Chirurgia generale e Gastroenterologia

Il sintomo della calcolosi della colecisti è la colica. Solo se l'ha avuta c'è indicazione all'intervento. L'ernia iatale può dare sintomi solo se molto voluminosa.

Unisciti ad una community di oltre 50mila persone per ricevere sconti esclusivi e consigli di salute dai nostri esperti.
Ho letto l'Informativa sulla Privacy e acconsento al trattamento dei miei dati personali
articoli correlati
Ciclo in ritardo, quali possono essere le cause
Ciclo in ritardo, quali possono essere le cause
3 minuti
Acido folico, cos’è e a cosa serve
Acido folico, cos’è e a cosa serve
2 minuti
Terza dose di vaccino anti-Covid in gravidanza
Terza dose di vaccino anti-Covid in gravidanza
3 minuti
Diabete gestazionale, quando preoccuparsi?
Diabete gestazionale, quando preoccuparsi?
5 minuti
Unisciti ad una community di oltre 50mila persone per ricevere sconti esclusivi e consigli di salute dai nostri esperti.
Ho letto l'Informativa sulla Privacy e acconsento al trattamento dei miei dati personali
Cerca un medico nella tua città
Specialista in Colonproctologia e Chirurgia dell'apparato digerente
Cantù (CO)
Specialista in Gastroenterologia e Chirurgia generale
Messina (ME)
Contatta il migliore specialista nella tua città
Specialista in Colonproctologia e Gastroenterologia
Milano (MI)
Specialista in Gastroenterologia e Chirurgia dell'apparato digerente
Endine Gaiano (BG)
Specialista in Chirurgia generale e Colonproctologia
Siracusa (SR)
Contatta il migliore specialista nella tua città
Specialista in Chirurgia plastica‚ ricostruttiva ed estetica e Chirurgia generale
Roma (RM)
Specialista in Chirurgia generale e Colonproctologia
Nola (NA)
Specialista in Medicina generale e Chirurgia generale
Milano (MI)
Specialista in Chirurgia generale
Civitavecchia (RM)
Specialista in Gastroenterologia e Epatologia
Roma (RM)