Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

17-12-2018

Catetere vescicale permanente o no?

Salve. Un soggetto 83 enne che attualmente, in seguito a ipertrofia prostatica benigna (prostata molto ingrossata, non operabile) e blocco urinario risalente a circa 1 mese fa, sta portando il catetere da circa 20 giorni. Urine chiare, normali. L’Urologo in ospedale disse di considerare anche eventualmente il catetere permanente. Vorrei sapere in cosa consiste quello permanente e se può posizionarlo anche un Infermiere Professionale. È meglio quello con rubinetto sotto o senza? Grazie in anticipo. Un Cordiale saluto.

Risposta di:
Dr. Giovanni BerettaDottore Premium
Specialista in Andrologia e Patologia della riproduzione umana
Risposta
Gentile lettore, il catetere a permanenza è una possibile strategia terapeutica; si cambia ogni 10-15 giorni e anche un infermiere professione può fare questa manovra terapeutica; meglio chiudere il catetere ed aprirlo quando sente il bisogno di urinare. Senta ora in diretta anche il suo urologo di fiducia e si ricordi comunque che sempre la visita medica specialistica in diretta rappresenta il solo strumento valido per poterle dare un’indicazione mirata e che le informazioni fornite via internet vanno sempre intese come meri suggerimenti clinici e di comportamento. Un cordiale saluto.
TAG: Geriatria | Urologia
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!