14-07-2016

Dolori forti dopo la rimozione del catetere vescicale

Gentilissimi, nel mese di maggio mia mamma ha avuto il blocco urinario, siamo andati al pronto soccorso dove gli avevano messo il catetere. All’inizio di giugno, seguendo le indicazioni del dottore io gli ho tolto il catetere (ed è andato tutto come previsto, cioè senza problemi). Primi giorni senza il catetere ha avuto il dolore, riusciva però ad urinare seppur poco, ma il problema è che anche da più di un mese da quando non ce l’ha (il catetere) ha ancora i dolori abbastanza forti. Li ha specialmente forti durante la minzione, ma è successo un episodio quando aveva i dolori insopportabili, la marezzatura sulle gambe (destra le tremava), e poi quando aveva urinato, i dolori erano diminuiti se non addirittura cessati.
Lei è adesso di nuovo in cura antibiotica (Norfloxacina), per i dolori prende Genurin, e prende anche gli integratori ( D-Mannossio, Vaccinium vitis idaea,….), beve l’acqua Fiuggi..
Volevo chiederle se è normale avere questi dolori fortissimi, un mese dopo la rimozione del catetere, e se c’entra anche l’infezione o la cistite? Grazie per qualsiasi consiglio.
Risposta
Ovviamente non si può pensare di instaurare delle cure o prendere dei provvedimenti non disponendo di alcun accertamento, anche i più semplici (es. esame urine, urocoltura, ecografia), che non è stato eseguito oppure lei non ci ha riferito.
La ritenzione urinaria acuta nella donna è un fatto tutto sommato abbastanza raro e le sue cause devono essere chiarite, a meno che si tratti di un soggetto veramente molto anziano. Pertanto non siamo materialmente in grado di fornire alcun consiglio circostanziato, a meno che lei ci faccia sapere qualcosa di più. L'unica cosa che possiamo per ora affermare è che non vi è alcuna necessità di bere acqua con etichetta particolarmente costosa, la quale non ha certamente in questa situazione alcun ruolo curativo.
TAG: Ginecologia e ostetricia | Nefrologia | Organi Sessuali | Reni e vie urinarie | Salute femminile
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!