Mia figlia, oggi 44enne, ha subito un infortunio sul lavoro con frattura della teca cranica a sx circa 12 anni fa. Ciò le ha procurato un'epilessia postraumatica trattata con Depakin a rilascio prolungato. Ultimamente sono sopraggiunti nuovamente diplopia, sbandamenti, difficoltà di articolazione delle parole. Le analisi del sangue hanno evidenziato un bassissimo livello di acido valproico, in dosi invariate del medicinale e il neurologo ha richiesto una RM con mdc per escludere eventuali malattie demielinizzanti.Alla RM risulta un'areola iperintensa nelle sequenze a TR lungo in sede al centro semiovale di sx del diametro di 1cm che non mostra restrizione al segnale dell'acqua in DWI, compatibile con gliosi parenchimale. In regione parietale sx, posteriormenteal solco precentrale, si evidenzia anomalia venosa a decorso trasverso che dalla regione corticale si porta nella sostanza bianca periventricolare e aggetta nel sistema venoso ventricolare. Dopo somministrazione ev di mdc paramagnetico assenza di aree di anomalo enhancement riferibili a lesioni focali, a parte l'anomalia venosa descritta nell'emisfero sinistro. L'areola iperintensa segnalata al centro semiovale sx non mostra restrizione del segnale dell'acqua in DWI né enhancement dopo mdc.Vorrei sapere se devo preoccuparmi e a cosa può essere dovuto il calo del livello dell'acido valproico. Grazie e cordiali saluti