Si terrà il prossimo 10 febbraio, in più di 120 paesi del mondo la Giornata Internazionale dell’Epilessia, l’evento organizzato a livello internazionale dall’ IBE (International Bureau of Epilessy) e dall’ ILAE (International Ligue Against Epilessy) che intende divulgare le problematiche riguardanti l’epilessia, al fine di evidenziare le difficoltà delle persone affette dalla patologia e delle loro famiglie.

La Giornata Internazionale dell’Epilessia

La giornata dedicata all’epilessia anche quest’anno vuole presentare un quadro dell’impatto che la patologia ha sulle persone, sulle loro famiglie e sull’intera società.

Gli epilettici, ad esempio, oltre alla ricorrenza di crisi convulsive hanno anche un alto rischio di disabilità, problemi psichiatrici correlati, isolamento sociale e morte prematura. A questo si aggiungono i pregiudizi e la discriminazione a cui sono esposti i malati e le loro famiglie.

In Italia la manifestazione è coordinata dalla LICE (Lega Italiana Contro l’Epilessia). In tutti i Paesi aderenti, oltre ad eventi informativi, i più importanti monumenti verranno illuminati da una luce viola, simbolo dell’epilessia.

I numeri dell’epilessia nel mondo e in Italia

L’epilessia è un disagio cerebrale caratterizzato da una anormale attività elettrica del cervello che può causare convulsioni o comportamenti inusuali, sensazione di straniamento e, talvolta, perdita di coscienza.

A dispetto della reperibilità e del basso costo dei farmaci per controllare la patologia, più del 75% delle persone affette da epilessia nei Paesi sottosviluppati non ha accesso ai trattamenti.

Nei paesi industrializzati, l’epilessia interessa circa 1 persona su 100: si stima quindi che nel mondo le persone con epilessia siano oltre 50 milioni, che in Europa il numero si aggiri attorno ai 6 milioni e che la malattia interessi circa 500.000-600.000 casi nel nostro Paese.

In Italia si registrano 86 nuovi casi ogni 100.000 abitanti e 180 casi ogni 100.000 abitanti dopo i 75 anni. Sempre nel nostro Paese, si stima in 880 milioni di Euro la spesa a carico del SSN per l’epilessia e un impatto sulla spesa farmaceutica di circa 300 milioni di Euro, pari a un costo medio per paziente di Euro 600.

Gli eventi per la Giornata Internazionale dell’Epilessia

In Italia un importante appuntamento a livello nazionale si terrà a l’Aquila, sabato 8 febbraio, quando sarà illuminata di viola la Fontana Luminosa. Inoltre, presso l’Auditorium del Parco si svolgerà l’evento divulgativo “La solidarietà si propaga: Liberalaricerca” con la partecipazione di rappresentanti della LICE.

I monumenti in viola saranno anche, tra gli altri, la Mole Antonelliana a Torino, il Colosseo a Roma, il Maschio Angioino a Napoli e la Reggia di Caserta. L’elenco completo si può visualizzare sul sito LICE (Lega Italiana Contro l’Epilessia). Sullo stesso sito sono visualizzati in blu gli appuntamenti informativi che si terranno in ogni regione.

A Milano, sabato 15 febbraio, si terrà il convegno "Le istituzioni e l'epilessia: come si può cambiare il destino di un'intera comunità" organizzato dalla Presidenza del Consiglio Comunale di Milano, in collaborazione con ELO – Epilessia Lombardia Onlus, FIE Federazione Italiana Epilessie e LICE Lega Italiana Contro l’Epilessia. L'evento si pone l’obiettivo di fare il punto su alcune decisive iniziative che potrebbero cambiare in modo concreto la qualità di vita delle persone con Epilessia.