Logo Paginemediche
  • Programmi
  • Visite
  • Salute A-Z
  • Chi siamo
  • MediciMedici
  • AziendeAziende
L’ESPERTO RISPONDE

Circoncisione, difficoltà post operatorie, ipersensibilità e dolore

Buongiorno, sono un ragazzo di 26 anni con diagnosi di prepuzio esuberante e fimosi, sono stato sottoposto a circoncisione mercoledì scorso, oggi è esattamente il quarto giorno post operzione, il mio consulto è riguardo la mia situazione attuale, il giorno dopo l'intervento vengo visitato in ambulatorio dicendomi che tutto sembra stia andando bene e non sono previste visite future, mi dicono di tenerlo fasciato due o tre giorni nessuna crema solo acqua e amuchina due volte al giorno e di tenerlo in posizione verticale, poi dal quarto/quinto giorno in poi avrei dovuto lasciarlo libero negli slip cosa che ritengo impossibile casua ipersensibilità, a tal proposito vorrei chiedere:

-sbaglio a continuare a tenerlo fasciato? allungo i tempi di desensibilizzazione?

-è normale che intorno ad i punti sia ancora un po’ gonfio e nella zona sotto dove era il frenulo è come se fosse livido?

-dopo quanti giorni comincerò ad avere un po’ di sollievo? -dopo quanto comincerà a svanire questa ipersensibilità sul glande e intorno alla cicatrice e potrò cominciare a tenerlo libero?

-quando cominceranno a seccarsi i punti ed inizieranno a cadere?

-la notte ho sistematicamente erezioni notturne e sento tirare molto, è pericoloso? Potrei rompere i punti? C’è un modo per limitarle?

Risposta del medico
Specialista in Urologia

Ci chiediamo perchè tutte queste domande ovvie non le abbia poste a chi l’ha operata. La circoncisione è un interventomassolutamente banale, ma la stabilizzazione post-operatoria è graduale, certamente non rapidissima e richiede un po’ di pazienza e collaborazione. Non vi sono provvedimenti o cure specifiche che possano accelerare significativamente il naturale processo di guarigione. I punti riassorbibili si staccheranno come crosticine dopo 2-3 settimane. La sensibilità della parte operata, in particolare del glande, si ridurrà progressivamente in tempo più lunghi, diciamo un paio di mesi. Nel frattempo il,fastidio può essere attenuato proteggendo con un cappuccio di garza. In genere dopo una settimana si possono interrompere le medicazioni e passare ad una normale igiene locale con acqua e detergente neutro. Le erezioni sono una manifestazione naturale, difficile pensare di controllarle. D’ogni modo non vi sono reali possibbilità di causare danni.

Risposto il: 11 Marzo 2019
Unisciti ad una community di oltre 50mila persone per ricevere sconti esclusivi e consigli di salute dai nostri esperti.
Ho letto l'Informativa sulla Privacy e acconsento al trattamento dei miei dati personali