06-08-2018

Colalemia

Buongiorno illustri dottori, vi racconto brevemente la mia storia.

Sei mesi fa, dopo aver cambiato terapia prendendo da olanzapina e trittico tolep, talofen, trittico e olanzapina (da 2 compresse ad una) ho incominciato a soffrire di un lieve prurito migrante. Al che ho fatto emocromo, nella norma, transaminasi, glicemia, tutto nella norma, colesterolo e transaminasi ok, esame parassitologico delle feci negativo, ige negativo, due visite dermatologiche da due diversi dermatologi in cui si attribuiva tutto allo stress.

Non convinto ho voluto incominciare a fare analisi a mia discrezione, documentandomi sul web, analizzando centinaia di risposte date dai dottori, ed ho fatto i sali biliari, che sono risultati essere 12,30 su un massimo di 6. Uno dei sintomi dei sali biliari alti sono il prurito. La colpa inizialmente è stata data alle medicine, quindi le sospendo, mi metto a fare un po' di psicoterapia, senza le inutili pasticche, e prendo l'acido ursodesossilicolico. Il prurito però c'è, soprattutto quando mi agito, forse un poco è diminuito, ma è lieve, solo l'idea che c'è mi disturba non tanto gli effetti. Faccio quindi una ecografia addome completo, risultata completamente negativa, ggt, transaminasi di nuovo, fosfatasi alcalina, bilirubina diretta, indiretta, tutto nella norma.

Non pago vado dall'epatologo che dice che il prurito può essere dato dai sali biliari e poi io ci metto il mio per tutta una componente psicosomatica, che forse non sono state le medicine, mi ha dato da fare ana, ama, anticorpi anti duttuli biliari, anticorpi lkm, hcv ed epatite b. Dottori io sono al limite. Ora andrò da un gastroenterologo per un problema di feci molli imputabile al colon irritabile che presento da due anni (defeco da una a due, massimo tre volte al giorno) e da un ematologo per fare più chiarezza nel caso il prurito non sia imputabile ai sali, anche se mi ha detto che lo è secondo lui. Non è che tra qualche mese scopro di avere un tumore? È possibile con un lieve prurito migrante? Una vostra risposta sarebbe per me di grande aiuto.

Grazie col cuore a chi mi aiuterà, non dormo più da mesi...

Risposta

Sarebbe utile che lei ci desse anche i risultati dei test che le ha consigliato l’Epatologo, soprattutto i test immunologici

TAG: Adulti | Apparato Digerente | Biochimica clinica | Disturbi gastrointestinali | Ematologia | Epatologia | Esami | Farmacologia | Fegato | Gastroenterologia | Giovani | Sistema Immunitario
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!