03-12-2012

complicanze post splenectomia

MIO NIPOTE 16 ANNI .INCIDENTE CON UN MOTORINO SCHIACCIATO DA UNA MACCHINA VA’ IN COMA FARMACOLOGICO DOPO PRIMO INTERVENTO DI RIMOZIONE MILZA.OPERATO RIMOZIONE SANGUE IN TESTA 1 SETTIMANA IN RIANIMAZIONE SI SVEGLIA DAL COMA IN PERFETTO STATO PSICO MOTORIO MA CON CATETERE E BRACCIO FRATTURATO.2 SETTIMANA FEBBRE A 41 GRADI RIOPERATO PER PUS IN ZONA MILZA 3 SETTIMANA LA FEBBRE CON VARI ANTIBIOTICI NON SCENDE.STa in terapia di rianimazione all'OSPEDALE DI NAPOLI. - COSA FARE???? - SIAMO DISPERATI
Risposta di:
Dr. Luigino Bellizzi
Specialista in Chirurgia generale
Risposta
Probabilmente l'ultimo intervento a cui e' stato sottoposto suo nipote e' stato quello di dover drenare un ascesso nella sede della splenectomia,da come viene descritto nel quesito.Tale complicanza puo' comparire dopo qualsiasi intervento chirurgico.Le condizioni cliniche generali, gia'provate dal trauma e dagli interventi subiti,possono essere state un ulteriore rischio per l'insorgere di tali complicanze. Il decorso postoperatorio sara' sicuramente lungo.Cerchi comunque di non perdere la fiducia nei colleghi che lo hanno in cura e che le possono fornire ogni spiegazione in merito. Cordiali saluti
TAG: Chirurgia generale
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!