Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

29-11-2018

Contagio Mononucleosi

Salve, per quanto è contagiabile la mononucleosi? Frequento una ragazza che l'ha avuta un 25 giorni fa. Ora sta bene, gli è passata e dalle analisi risulta solo debole. Vorrei sapere se stando con lei o mangiando rischio di essere contagiato e se questo può essere perioloso? C'è qualcosa che posso fare o posso stare semplicemente traquillo? Ho provato a guardare su internet, ma le informazioni sono spesso fuorvianti
Risposta di:
Dr. Gabriele Di Lorenzo
Specialista in Allergologia e immunologia clinica e Medicina interna
Risposta
Gentile Signore, la mononucleosi è una malattia infettiva benigna trasmessa da un virus (EBV) è chiamata anche malattia del bacio. Il contagio della mononucleosi infettiva avviene generalmente attraverso il canale oro-faringeo (ricordiamo che, popolarmente, la mononucleosi infettiva è nota come la malattia del bacio). Il bacio è il canale di trasmissione preferenziale, poiché il virus di Epstein-Barr è veicolato dalle goccioline di saliva. Ovviamente anche tosse e starnuti sono mezzi trasmissivi, come pure la condivisione di stoviglie, giocattoli, il cibo pre-masticato ecc. oppure, ma più raramente, attraverso il sangue (emotrasfusioni, interventi chirurgici ecc.). La mononucleosi è contagiosa dal momento in cui compaiono i primi sintomi, ma non lo è nella fase di incubazione. Il soggetto è contagioso finché le IgM (anticorpi della risposta immunitaria primaria) risultano positive, ciò indica che il virus è ancora in circolo nell’organismo, quando compaiono gli anticorpi della classe delle IgG il soggetto si è immunizzato.. La durata della mononucleosi infettiva è estremamente variabile; se la fase acuta ha durata comune (15 giorni circa), il completo ristabilimento dalla malattia varia da persona a persona, in alcuni casi occorrono molte settimane e certi soggetti devono attendere alcuni mesi prima di ristabilirsi completamente. Cordiali saluti
TAG: Gastroenterologia | Medicina interna
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!