07-08-2018

Contatto con escrementi animali (forse topo o donnola)

Salve, mi rivolgo a voi perché mi è successo un episodio alquanto spiacevole, per un ipocondriaco come me. Sono venuto a contatto con degli escrementi secchi di animale, che purtroppo non saprei riconoscere di che specie. Da quel che ho potuto leggere sul web, potrebbe trattarsi di un topo (fogna) vista la dimensione dell'escremento o di una donnola. Come anticipavo, le ho prese proprio in mano, erano dentro una scatola e poiché ero in una zona in penombra, pensavo fosse sono un pezzo di plastica. Solo dopo averle avvicinate alla luce, mi sono accorto dello spiacevole incontro. All'interno della scatola, dove molto probabilmente erano poste, c'era un alone che ne aveva scolorito il colore della scatola stessa. Nonostante abbia lavato, rilavato e disinfettato più volte le mani, con alcool e amuchina, mi sento ancora impaurito dalla possibilità di poter contrarre gravi malattie. Vorrei gentilmente chiedere se ci potrebbe essere qualche pericolo in tal senso e quali potrebbero essere i tempi in cui una malattia del genere possa manifestarsi in caso di contagio. Grazie anticipatamente per la disponibilità. Cordiali saluti

Risposta di:
Dr. Pietro Di GregorioDottore Premium
Specialista in Gastroenterologia e Malattie infettive
Risposta

Una scatola così invecchiata con un contenuto di dubbia origine e anche esso datato è improbable che contenga virus o batteri ancora sopravviventi.

TAG: Adulti | Animali | Anziani | Giovani | Igiene e medicina preventiva | Infezioni | Malattie infettive | Microbiologia e virologia | Prevenzione | Psicosomatica