12-07-2006

Da un anno circa soffrivo di coliche biliari e

Da un anno circa soffrivo di coliche biliari e dolori nella zona dello stomaco. Sono stato sottoposto a varie gastroscopie dove è stato riscontrato un modesto reflusso. Dopo svarite visite mi è stato consigliato di asportare la coleciste (la quale conteneva calcoli). Son passati circa 15 giorni dall'intervento ma da circa una settimana, alla mattina quando mi sveglio ho una sensazione di "liquido" nello stomaco. Questa sensazione mi porta ad avere una acidità che a volte passa nel giro di qualche ora e a volte non passa per l'intera giornata. Può essere un porblema conseguente all'intervento subìto? Può essere il reflusso che già avevo prima? Se è un problema di reflusso qual'è la soluzione per mettere fine alla mia acidità allo stomaco? Ah, preciso che prima dell'intervento assumevo quotidianamente "Deursil" e questo mi aiutava anche per questo problema (ma so che dopo l'intervento di colecistectomia non deve più essere assunto). Vi ringrazio per la sicura risposta.
Dr. Fegato.com
Risposta di:
Dr. Fegato.com
Risposta
I disturbi che avverte possono essere la conseguenza del recente intervento chirurgico e vanno rivalutati a distanza di almeno 6 mesi dall’intervento. Se essi dipendono dal reflusso la migliore terapia è comunque coistitutita dai farmaci che inibiscono la produzione di acido cloridrico da parte dello stomaco, cioè gli inibitori della pompa protonica (tipo omeprazolo). Può continuare ad assumere acidi biliari visto che le comportavano un beneficio.
TAG: Chirurgia | Chirurgia generale | Epatologia | Fegato | Gastroenterologia | Medicina interna | Trapianti
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!