Egr. i dottori, sono un uomo 41nne, alto 175x65kg (fino al mese scorso ero 68kg). Dopo 2 mesi passati ad abusare di altissime quantità di carboidrati (250gr di pasta al giorno) immobile a letto a studiare, da 2 settimane espello 5 litri di urina al giorno e ne bevo 4. Se ne bevo 5, ne espello 6. Così ogni giorno perdo 1 litro di liquidi e mi disidrato sempre di più. In 2 settimane sono dimagrito di 4 kili. Glicemia basale: 85; a tempo 60': 204; a tempo 120': 135; glicosilata: 4, 8; insulinemia basale: 3; assenti glucidi nelle urine; peso specifico urine: 1013; Ves: 8; amilasi: 54; ADH: 1, 40; HOMA-IR: 0, 53; C-Peptide: 0, 5; cortisolo: 154; T3, FT3, FT4 e TSH: normali. Ecografia vescica, reni, fegato e pancreas: regolari. Nel sospetto si trattasse di Diabete insipido centrale parziale ho fatto il test dell'assetamento: dopo 12 ore i risultati erano: osmolalità plasma: 304; osmolalità urine: 418; Sodiemia: 143; calcemia: 9, 70; potassiemia: 4, 6; fosforemia: 4, 10; peso specifico urine: 1021; glicosuria: assente. Il dottore dal livello di sodiemia e dall'osmolalità urine ha ritenuto che non ho né il diabete insipido centrale né quello nefrogeno, e, sottolineando la rilevanza dell'insulinemia bassa (3) ha attribuito i miei disturbi alla Intolleranza glucidica che lui dice posso migliorare continuando con la dieta. Ma io dopo 15 giorni di dieta bilanciata continuo a perdere più liquidi di quanto introduca, mi sento la testa girare e sono stordito, ho le facoltà mentali annebbiate, e gli occhi mi bruciano. Io in casa controllo la glicemia prima e dopo i pasti ed è sempre in regola, ma la poliuria non scende: se la glicemia ora è normale, perché continuo ad espellere tanti litri? Dalle statistiche scientifiche, è vero che i risultati del mio test escludono matematicamente le forme insipide? Io mi disidrato sempre di più e questo mi preoccupa.