09-11-2016

Diagnosi di prurigo simplex

Salve vi scrivo in merito ad una biopsia cutanea. Volevo sapere voi cosa ne pensate, di cosa si tratta.
Questo è il referto: Lembetto di cute rivestito da epidermide ortocheratosica con fenomeni di spongiosi e lieve esocitosi linfocitaria. Derma con edema ed infiltrati prevalentemente linfocitari a disposizione perivascolare, periannessiale ed in minor quota interstiziale. Presenti rari esosinofili e scarso numero di neutrofili e malanofagi. Quadro istologico compatibile con dermatite cronica, a prevalenza linfocitaria, perivascolare e periannessiale. Il reperto, pur non patognomico, è compatibile con la diagnosi clinica di prurigo simplex. Alcune delle alterazioni morfologiche osservate vengono descritte anche in corso di LED. Aspetto una vostra risposta, grazie.

Risposta di:
Dr. Corrado QuadriniDottore Premium
Specialista in Dermatologia e venereologia e Psicologia e Psicoterapia
Risposta

Se c'è stata un'ipotesi diagnostica di prurigo simplex questo istologico la conferma. D'altra parte è una istologia non particolare e che si può accomunare a diverse patologie cutanee. Comunque non si tratta di neoplasia né di dermatosi pericolosa. Buona giornata

TAG: Dermatologia e venereologia | Pelle