Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

24-05-2017

Diagnosi precoce del tumore al cervello

Buonasera, a mia mamma sono state diagnosticate scorsa settimana 3 metastasi al cervello di cui una di 5 cm nel lobo temporale sinistro. I medici sostengono che non è operabile, si può solo ritardare l'inevitabile con cortisone e radioterapia. Lei ha 58 anni, persona molto attiva e forte. Premetto che ha avuto un cancro al seno che ha sconfitto grazie a chemio e radio, di cui l'ultima 3 mesi fa.

Valori di analisi del sangue ed elettrocardiogramma praticamente perfetti. La prima e ultima TAC è stata effettuata dai medici 2 anni fa, quando è stato scoperto il tumore al seno. Ora mi ritrovo a 21 anni con una mamma a cui hanno dato un anno di vita. Volevo quindi gentilmente chiedere: perché (data la predisposizione al cancro al cervello) non sono stati fatti dei controlli prima? Rientrano nella prassi solitamente questi ultimi? Con la diagnosi precoce si poteva evitare il triste destino assegnatole? Ringrazio.

Risposta di:
Dr. Mirco Bindi
Specialista in Nutrizione e Scienze dell'alimentazione e Oncologia
Risposta

Gentile signora. La presenza di tre lesioni encefaliche esclude qualsiasi trattamento chirurgico. Giustamente i medici che seguono sua madre hanno escluso la chirurgia e hanno consigliato la radioterapia. Questo trattamento è molto efficace ed è in grado 1) di fermare la crescita tumorale e 2) di non utilizzare il cortisone se non lo stretto necessario durante le 10 sedute di radioterapia. L’aspettativa di vita di un anno è da considerare un terno a lotto, nel senso che ogni caso è diverso da un altro e non si possono applicare su una singola persona le statistiche medie di migliaia di pazienti.

Quello che Lei premette nella storia di sua madre è però sbagliato, in quanto il cancro al seno di sua madre, curato a suo tempo, non è stato assolutamente guarito, tant’è vero che il tumore al cervello di oggi altro non sono che metastasi dello tumore mammario. Se sua madre fosse stata guarita al seno non si ritroverebbe tre “buchi” nella testa. Probabilmente le informazioni che ha ricevuto non sono state spiegate bene e forse lei ha sottovalutato la gravità della situazione. Le consiglio, se lei volesse colmare le lacune delle sue conoscenze di utilizzare internet, compresi i social network. Troverà una marea di informazioni sul cancro. Ci sono anche video interessanti. Le consiglio di utilizzare le seguenti parole chiave: cancro, prevenzione, alimentazione, guarigione, aspettativa di vita e sopravvivenza. Cordiali saluti

TAG: Chirurgia | Malattie neurologiche | Neurochirurgia | Neurologia | Oncologia | Prevenzione | Tumori
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!