L’ESPERTO RISPONDE

Dilatazione aorta ascendente

Buonasera Dottore.volevo, gentilmente, chiederle una consulenza per quanto riguarda il mio problema.ho 47 anni con un peso corporeo di 90Kg e nonostante la mia struttura fisica, sono un tipo a cui piace praticare sport, dalla semplice passeggiata in mountain- bike, alla pratica di arti marziali, alla corsettina blanda con rilevazioni dei battiti... Leggi di più che non superano i150 battiti....................... e sono a favore della prevenzione.Non ho mai fumato e non bevo alcolici (neanche il vino). Presso l'ufficio dove presto servizio è ubicato un centro Polifunzionale dove il personale può fruire di alcune visite specialistiche. Da un controllo ecografico (il primo risalente nell'anno 2010) mi è stato diagnosticato un'aorta da 3,9 cm ed una minima i.a.. Da questo momento il Cardiologo mi dice che le misurazioni dell' apparecchio ecografico risultano approssimate quindi mi suggerisce il controllo semestrale.Lo stesso Cardiologo con l andar del tempo mi invita ad effettuare un controllo con ecocardiogramma ospedaliero per capire l'attendibilità delle misurazioni precedenti. Risultato pressoché similare. Dal 2010 al 2016 l'aorta subisce una dilatazione di circa 0,2 cm Nel 2017 con l'introduzione del nuovo macchinario ecocardiografico viene rilevata una aorta ascendente da 4,48 cm pertanto il Cardiologo mi suggerisce il monitoraggio della pressione arteriosa. Da qui scopro (con valutazione del medico di famiglia) il valore della pressione diastolica che oscilla intorno ai 95 ( del tutto asintomatica). La terapia per contrastare tale problema è 1 pillola di Plaunac - Olmesartan Medoxomil da 10mg.A tal proposito, il Cardiologo, al fine di poter avere un quadro ancor più chiaro riguardante le misurazioni dell'aorta, mi suggerisce una TAC Torace senza e con contrasto. Testo del referto: Esame eseguito prima e dopo la somministrazione di mdc e.v. (90ml di lomeron 350) con tecnica Angio e completato da ricostruzioni MIP sul piano coronale e sagittale. Angio-TC aorta toracica Aorta ascendente ectasica con un diam.max 4,5 cm ca; in particolare: - annulus aortico diametro massimo 2,4 cm; - bulbo aortico diametro massimo 3,9 cm; - giunzione sino-tubulare diametro massimo 3,7 cm; - aorta ascendente prossimale diametro massimo 4,5 cm; Arco aortico (diametro massimo 2,7 cm) ed aorta discendente (diametro massimo 2,2 cm circa) di calibro regolare.. Torace Regolare aspetto di entrambi i parenchimi polmonari e degli organi mediastinici.Non versamento pleuro-pericardico. Non linfonodi aumentati di volume Il Cardiologo preso visione del referto, mi tranquillizza sull'entità della situazione e mi chiede una visita Cardiochirurgica a scopo valutativo (ad oggi ancora non effettuata) Le chiedo gentilmente una sua valutazione del mio stato di salute, eventuali evoluzioni e soluzioni della situazione cardiaca, la possibilità se posso riprendere l'attività fisica e come svolgerla.Grazie per il tempo dovuto.

Risposta del medico
Specialista in Cardiologia e Medicina interna

Gentile Sig. Re,

Oltre alla misurazione dell'aorta ascendente, dovrà anche ridurre il peso corporeo calcolando il BMI.

Quindi dovrà verificare se è in atto qualche processo infiammatorio o qualche dismetabolismo che può aggravare la sua patologia.

Solo allora potrà avere dei consigli su una eventuale attività sportiva.

Saluti prof Luigi Iorio

Unisciti ad una community di oltre 50mila persone per ricevere sconti esclusivi e consigli di salute dai nostri esperti.
Ho letto l'Informativa sulla Privacy e acconsento al trattamento dei miei dati personali
articoli correlati
Varicocele: sintomi e trattamento
Varicocele: sintomi e trattamento
4 minuti
Dal travaglio alla nascita: le fasi del parto
Dal travaglio alla nascita: le fasi del parto
5 minuti
Unisciti ad una community di oltre 50mila persone per ricevere sconti esclusivi e consigli di salute dai nostri esperti.
Ho letto l'Informativa sulla Privacy e acconsento al trattamento dei miei dati personali
Cerca un medico nella tua città
Specialista in Malattie dell'apparato cardiovascolare
Prov. di Napoli
Specialista in Malattie dell'apparato cardiovascolare e Malattie dell'apparato respiratorio
Prov. di Parma
Contatta il migliore specialista nella tua città
Specialista in Malattie dell'apparato cardiovascolare
Prov. di Verbano Cusio Ossola
Specialista in Malattie dell'apparato cardiovascolare
Prov. di Ascoli Piceno
Specialista in Malattie dell'apparato cardiovascolare e Medicina interna
Ancona (AN)
Specialista in Scienza dell'alimentazione e Statistica Medica
Enna (EN)
Specialista in Malattie dell'apparato cardiovascolare e Radiodiagnostica
Mazara del Vallo (TP)
Specialista in Malattie dell'apparato cardiovascolare e Cardiologia
Sanremo (IM)
Specialista in Cardiologia interventistica e Malattie dell'apparato cardiovascolare
Bari (BA)
Specialista in Medicina interna e Malattie dell'apparato cardiovascolare
Roma (RM)