L’ESPERTO RISPONDE

Dissecazione coronaria spontanea e sport

Gentile sono un atleta agonista, di ciclismo e arrampicata di cui sono anche istruttore, circa 10 mesi fa ho subito una SCAD senza blocco totale di flusso, con IMA di circa 20 minuti dolore passato dopo assunzione di natispray, alla discendente distale laterale inferiore, senza nessunissimo fattore di rischio, no fumo, no alcool, vita da atleta,... Leggi di più unico purtroppo punto critico una vita molto molto stressante. Essa e' guarita spontaneamente e senza, fortunatamente aver lasciato segni di danni cardiaci agli esami fatti e con frazione di eiezione conservata a 63%. Ora la mia domanda e' avendo gia' tolto ogni velleita' agonistica e di allenamento, posso ancora fare ciclismo e arrampicata in termini di puro piacere ? Devo fare degli esami per stratificare rischi vari ? e come capire a quale intensita' massima si possono eventualmente fare ? Seguendo questi accorgimenti, con gia' effettuate notevole cambiamento nella vita stressante lavorativa e non, esiste il rischio che possa ripetersi ? Grazie

Risposta del medico
Specialista in Cardiologia

Salve, il suo caso merita alcune considerazioni. La dissezione coronarica spontanea è un evento piuttosto infrequente, con una incidenza maggiore soprattutto in pazienti giovani di sesso femminile. Caratteristicamente i soggetti interessati non presentano fattori di rischio cardiovascolare. In ottica di una ripresa di una blanda attività fisica consiglierei una valutazione con un test ergometrico, tenendo presente che lo sforzo fisico particolarmente intenso e gravoso può fungere da trigger per la SCAD. Inoltre può essere utile lo studio dell'albero arterioso ed in particolare dei tronchi sovra-aortici. Da ultimo, essendo noto che la SCAD può talora recidivare, sono altamente raccomandati il buon controllo dei valori pressori talora ricorrendo anche all'assunzione di terapia beta bloccante e controlli cardiologici regolari. Cordiali saluti

Unisciti ad una community di oltre 50mila persone per ricevere sconti esclusivi e consigli di salute dai nostri esperti.
Ho letto l'Informativa sulla Privacy e acconsento al trattamento dei miei dati personali
articoli correlati
Lo sport fa bene al cuore: ecco perché
Lo sport fa bene al cuore: ecco perché
2 minuti
Sport e riduzione del rischio cardiaco
Sport e riduzione del rischio cardiaco
2 minuti
Angioplastica (PTCA) e stent coronarici
Angioplastica (PTCA) e stent coronarici
4 minuti
Diabete gestazionale, quando preoccuparsi?
Diabete gestazionale, quando preoccuparsi?
3 minuti
Unisciti ad una community di oltre 50mila persone per ricevere sconti esclusivi e consigli di salute dai nostri esperti.
Ho letto l'Informativa sulla Privacy e acconsento al trattamento dei miei dati personali
Cerca un medico nella tua città
Specialista in Malattie dell'apparato cardiovascolare
Prov. di Napoli
Specialista in Malattie dell'apparato cardiovascolare e Medicina dello sport
Prov. di Salerno
Contatta il migliore specialista nella tua città
Specialista in Malattie dell'apparato cardiovascolare e Medicina interna
Ancona (AN)
Specialista in Malattie dell'apparato cardiovascolare e Radiodiagnostica
Mazara del Vallo (TP)
Specialista in Malattie dell'apparato cardiovascolare e Cardiologia
Sanremo (IM)
Specialista in Cardiologia interventistica e Malattie dell'apparato cardiovascolare
Bari (BA)
Specialista in Cardiochirurgia e Malattie dell'apparato cardiovascolare
Torino (TO)
Specialista in Medicina interna e Malattie dell'apparato cardiovascolare
Roma (RM)
Specialista in Malattie dell'apparato cardiovascolare e Medicina interna
Roma (RM)
Specialista in Malattie dell'apparato cardiovascolare e Malattie dell'apparato respiratorio
Aversa (CE)