Gentile dottore,ho 55 anni e frequento una palestra da un anno su consiglio dell'ortopedico (mi sono fatto visitare per saltuari formicolii al polpaccio dovuti all'ernia del disco L5-S1 "trovandomi senza un filo di muscoli") al fine di rinforzare il tronco e i muscoli paravertebrali.Il formicolio è scomparso ma da un mese ho dolore al braccio sinistro, esattamente nel punto centrale di intersezione tra l'avambraccio e il braccio. Il dolore lo avverto anche quano piego il braccio e ad esempio quando giro la maniglia di una porta.Ho hatto 6 sedute di "tecar", una seduta con l'osteopata ma il dolore è diminuto all'incirca la metà. Qualcuno mi ha consigliato "le onde d'urto" e di prendere gli antinfiammatori ma ho dei dubbi nel prenderli (prendo cardioaspirina mmg100 e la colicisti leggermente ispessita).La ringrazio e resto in attesa di cortese parere, anche perchè vorrei ricominciare a frequentare la palestra visto che c'è il problema della schiena.