15-04-2008

Ecco il mio quesito: mia suocera (diabetica,

Ecco il mio quesito: mia suocera (diabetica, ipertesa e con bpco) di 74 anni dopo ripetuti ricoveri che nell'ultimo anno si sono sempre piu' intensificati (non passavano piu' di 10 gg che doveva far ricorso al pronto soccorso) e' stata sottoposta a 4 by pass circa 2 mesi or sono; dopo aver fatto un'adeguata riabilitazione in un cetro convenzionato e' stata dimessa. Da allora e' la terza volta che viene portata al pronto soccorso con diagnosi di: lieve ischemia cardiaca, minimo scompenso e similari.. Ora mi chiedo e le chiedo: è possibile che dopo l'operazione che ha subito la situazione sia peggio di prima? Mi avevano detto che dopo l'operazione la "strada" sarebbe stata in "discesa", ma non sappiamo piu' cosa aspettarci. Nell'ultimo ricovero al ps la pressione minima era 150! Sono forse questi picchi pressori che possono causare ischemia miocardica? Forse se si sriuscisse a controllare meglio la pressione la situazione sarebbe diversa? La prego mi dia qualche
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Risposta
In pazienti diabetici la malattia coronarica interessa spesso vari settori dell’albero coronarico. Con l’intervento di rivascolarizzazione miocardica si risolvono i problemi relativi alle stenosi dei grossi rami coronarici mentre in caso fossero interessati, come a volte accade nei pazienti diabetici, i piccolo vais coronarici il beneficio è parzialmente ridotto. E’ una condizione impossibile da valutare prima dell’intervento che viene effettuato per ridurre il rischio di eventi ischemici di grossa portata. Certamente gli sbalzi pressori concorrono ad instabilizzare la situazione
TAG: Cuore | Malattie dell'apparato cardiovascolare
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!