Buongiorno, Ho trent'anni e da quando ne ho venti che percepisco più o meno frequentemente e intensamente extrasistoli. Cinque anni fa ho fatto un'ecocardiogramma che non ha evidenziato alcun deficit del cuore (il referto parla di lieve ridondanza della valvola mitralica che però non genera alcuna insufficienza) e circa 4 anni fa ho fatto un holter... Leggi di più che ha evidenziato rare extrasistoli ventricolari e rarissime atriali (nessuna doppia o tripla). Io sono palesemente e consapevolmente un soggetto ansioso, ma a volte anche quando non mi ritengo stressata, come in questo periodo, mi capita di avere spesso queste extrasistoli. Da alcuni giorni ho la digestione lenta e mi sento appesantita e quando mi sdraio per dormire le sento molto più frequentemente. Devo ripetere gli esami o continuare a gestirle come al solito, convivendoci e saltuariamente con dell'ansiolitico? Grazie