Gentile dottore,le scrivo perchè vorrei sapere circa le precauzioni da prendere in caso di convivenza con persona affetta da epatite C con evoluzione cirrotica.si tratta di mia nonna; normalmente pranza con noi solamente ma sebbene abbia cercato di fare un set di stoviglie a parte, purtroppo data la resistenza dei miei familiari, ho messo da parte questa soluzione. Per questo volevo chiedere se lavare i piatti con candeggina e acqua molto calda è sufficiente o meno o se deve essere usata in un certo modo.- inoltre, per errore, ho bevuto dal bicchiere della nonna; è a rischio questo comportamento?Graziesimona