28-01-2017

Epididimite da Stafilococco Warneri

Salve dottori, sono un ragazzo di 23 anni 168 x 65 kg, 10 ore di sport a settimana, vita sana senza vizi, dovrei godere di buona salute e di un sistema immunitario forte visto che saranno 5 anni che non mi viene né raffreddore né febbre. Come da titolo volevo informazioni su questo Stafilococco Warneri di cui si trova molto poco, se non che vive sulla pelle e ha un'incubazione di 48 ore a 35 gradi.
Vi espongo il perché della mia richesta, da ormai 4 lunghi anni ho dolore testicolare che andava piano piano sparendo, facendo un esame culturale era emerso lo stafilococco epidermidis cugino del warneri a quanto ho capito, curato e debellato con Octegra. Da settembre al fatidico 30 Dicembre ero rinato, zero dolori, il 30 Dicembre mi alzo, leggera fitta al testicolo destro, il quale era quello sano, senza epididimite, non perdendo tempo eseguo spermiocoltura dopo 2gg di astinenza. Risultato: Staphylococcus Warneri 100.000 uFc/ml.
Il dottore del laboratorio e il medico di famiglia concordano per 300mg x 2 al giorno di clindamicina, poiché i farmaci chinolonici mi recano disturbo ai tendini (l'Octegra mi aveva fatto venire una brutta coccigodinia risolta parzialmente con normast).

Oggi a 7gg dalla fine della cura ho ancora fastidi altalenanti, dolore che va e viene sul lato destro del pube, fastidio dietro i testicoli, dolori allo sfioramento dei testicoli ma non alla palpazione (vai a capire perché) e il terrore di ricominciare da capo, ancora. Quindi siccome prevenire è meglio che imbottirsi di antibiotici vorrei sapere come si piglia sto maledetto Warneri e il cugino Epidermidis, per esempio lunedì ho ricevuto del sesso orale dalla mia ragazza (negativa da tampone vaginale nonostante rapporti completi non protetti), è un rapporto a rischio? Come si prende sto stafilococco?

PS: Una cosa interessante che ho notato è che a lei al mattino sanguinano le gengive, da quando mi ci sono messo a me succede lo stesso ma in forma più lieve, dopo la clindamicina questo disturbo è sparito, che sia il Warneri anche la causa del sanguinamento e io lo prenda mediante rapporti orali? Grazie e scusate, mi sono dilungato. Un cordiale saluto.

Risposta di:
Dr. Giovanni BerettaDottore Premium
Specialista in Andrologia e Patologia della riproduzione umana
Risposta

Gentile lettore, quello che ci scrive fa pensare ai possibili strascichi di un problema infiammatorio delle borse scrotali, epididimi compreso. Segua ora le indicazioni ricevute e senta in diretta sempre il suo medico di famiglia per valutare se conviene o meno fare anche una valutazione otorinolaringoiatria sia per lei che per la sua compagna con relativo tampone oro faringeo. Fatto il tutto poi bisogna risentire, sempre in diretta, anche il suo urologo o andrologo di fiducia. Un cordiale saluto.

TAG: Andrologia | Infezioni | Organi Sessuali | Salute maschile | Urologia