dopo aver letto on line sulle lomboscialtalgie da ernia discale e la coblazione scrivo questa mail nella speranza di trovare una soluzione al mio problema.Ho lasciato trascorrere troppo tempo da quando, oltre un anno fa, ho avvertito i primi dolorosi sintomi di questa sciatalgia che, partendo dal centro del gluteo dx si irradia lungo la gamba, a... Leggi di più volte anche fino al polpaccio (nessun dolore alla schiena). Faccio un quadro in breve: insegnante di scuola superiore a Bari, età 58 anni, altezza 177, peso 68 kg, sportivo, praticante ciclismo fino a 2 anni fa, lieve ipertensione e asma controllata. Da una RM del rachide effettuata un anno fa risulta la presenza di un ernia discale ad estrinsecazione posteriore paramediana sn a livello C5-C6 e di un'altra a livello C6-C7. Infine una terza ernia a livello L2-L3. L'ortopedico al quale mi sono rivolto mi ha consigliato dei trattamenti di manipolazione - osteopata - e del cortisone quale antiinfiammatorio. Dopo i primi insoddisfacenti risultati ho lasciato perdere l'osteopata e saltuariamente assumo piccole quantità di cortisone. La speranza (più o meno inconscia) era che il problema si risolvesse da solo, ma ovviamente le cose sono andate diversamente ed ora faccio fatica a stare in piedi per più di qualche minuto senza soffrire molto, mentre sto molto meglio seduto o a letto. La prego di volermi rispondere e di darmi quei consigli che sono certo potranno aiutarmi a ritrovare la mia consueta mobilità, vivacità ed una vita normale. Potreri sottopormi ad una visita presso la vostra struttura? Quali esami dovrei fare o rifare? E' convenzionata con il SSN?