Sono affetto da circa 15 anni da prolasso mitralico con rigurgito valvolare meso-telesistolico di grado moderato del tutto asintomatico fin dalla comparsa (credo congenita). Nell'ultima prova da sforzo anno 2006 sono stato interrotto al III stadio per la comparsa di axtrasistolia ventricolare ripetitiva con coppie, triplette e runs di TVNS,... Leggi di più asintomatica. Ho sempre fatto molto sport sempre non agonistico ( canoa e montainbike) senza mai avvertire alcun disturbo. Fra pochi giorni dovrò effettuare un ecocardiogramma transesofageo visto un probabile aggravamento della insufficienza mitralica rispetto al 2004). La mia domanda e': E' vero che un probabile intervento di correzione eliminerebbe del tutto il prolasso?? si dovrebbe effettuare per forza tagliando lo sterno con che grado di rischio?? Grazie per la vostra gentilezza