Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

01-08-2017

Extrasistoli ventricolare continua

Buongiorno sono circa due mesi che avverto quotidianamente extrasistole. Ho seguito un holter che ha rilevato 3020 extrasistole ventricolari monomorfe e 260 sopraventricolari. Il cardiologo mi ha consigliato una prova da sforzo che ha dato il seguente esito: test massimale negativo per segni e sintomi di ischemia miocardica inducibile. All'acme comparsa di blocco di branca destro completo (che ritorna incompleto nel recupero). Normale incremento cronotropo e pressorio. Nel recupero extrasistolia ventricolare anche in periodi di trigeminismo.

Ho eseguito anche tutti gli esami ematochimici dove si evidenziava il livello di potassio lievemente basso (3,2) e tutto il resto nella norma (anche la tiroide). Ho anche eseguito esami sulla coagulazione (a seguito di un attacco di emicrania con aurea ) e un bubble test. Tutto nella norma. Le extrasistole però le avverto tutti i giorni soprattutto quando sono a riposo e sono disperata non so più cosa fare. Ora sono in terapia con Seloken 100 (25mg due volte al giorno) ma non sembra sortire un grande effetto. Temo che possa essere qualcosa di grave e non so cosa altro potrei fare. Grazie per la sua risposta.

Risposta di:
Dr. Giuseppe Grandinetti
Specialista in Cardiologia interventistica e Malattie dell'apparato cardiovascolare
Risposta

Le suggerisco di effettuare anche un ecocardiogramma (probabilmente lo ha già effettuato e non lo ha menzionato). Le suggerisco inoltre di effettuare una consulenza da un cardiologo/aritmologo per escludere la sindrome di brugada che si manifesta allo Ecg con un aspetto tipo blocco di branca destro. Molto probabilmente hanno però già escluso questa diagnosi. In cuore strutturalmente sano ed in assenza di malattie del sistema elettrico (brugada, qt lungo etc) con circa 3 Mila extrasistoli venticolari isolate sintomatiche in genere suggerisco solo terapia medica (betabloccanti e/o antiaritmici di classe Ic) e controlli holter annuali.
Quando il numero di extrasistoli ventricolari supera le 5000 al giorno e sono sintomatiche o causano disfunzione cardiaca si può effettuare la ablazione di extrasistolia ventricolare, un intervento miniinvasivo che effettuo a paziente sveglio in anestesia locale inserendo dall'inguine dei cateteri nel cuore per identificare il focus delle aritmie ed eliminarlo. Infine consideri che non sempre la prima terapia o il primo dosaggio somministrato sono efficaci ed è spesso necessario testare più dosi anche di diversi farmaci.

TAG: Cuore | Malattie dell'apparato cardiovascolare
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!