Buongiorno, sono un uomo di 36 anni. Dopo un rapporto sessuale con mia moglie ho iniziato ad avere problemi alla parte terminale del mio pene, ovvero al glande. Infatti, sul glande mi è comparsa una piccola zona con un colore più accentuato rispetto alle zone limitrofi che, guardandola dall'alto verso il basso, risulta essere convessa (sembra che in quella zona manca una porzione di tessuto/pelle). Inizialmente, tutto ciò mi causava dolore, descrivibile con un forte bruciore, quando urinavo. Visto il problema, ne ho parlato con il mio medico curante, il quale mi ha richiesto l'esame dell'urinocoltura e mi ha inoltre consigliato di utilizzare per 10 giorni, mattina e sera, una crema chiamata Pevisone. L'esame dell'urincoltura è risultato negativo e ho applicato per 10 giorni il Pevisone.Ora non avverto più dolore nel momento in cui vado ad urinare, ma quella piccola zona sul glande mi fa ancora male nel momento in cui viene toccata e logicamente questo mi impedisce di riprendere la mia vita sessuale con mia moglie. Vorrei sapere come posso fare per risolvere questo problema? Sono davvero certo che in quella porzione vi sia una mancanza di tessuti/pelle, ma nonostante siano passate ben tre settimane la pelle non torna a ricrescere. In attesa di una vostra risposta, Vi porgo i mie più cordiali saluti e ringraziamenti.