Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

16-02-2017

Formazione ipodiafana: può essere un tumore?

Gentile Dottore, Le scrivo per chiederLe un consulto per mio padre, che ha 65 anni, diabetico e cardiopatico portatore di STENT coronarico da 8 anni in seguito ad infarto miocardico. Inoltre segnalo che è un ex fumatore (ha fumato 30 sigarette al di fino al giorno dell'infarto di 8 anni fa) ed ha familiarità con il tumore ai polmoni in quanto suo padre, anch'egli fumatore, è deceduto per questa causa all'età di 69 anni.
Due giorni fa ha subito un semplice intervento di ricostruzione della cuffia dei rotatori della spalla destra e durante gli esami pre operatori di due settimane fa, gli hanno effettuato un RX TORACE di routine e, nella lettera di dimissione il medico ci ha segnalato la seguente situazione: "si è evidenziato all'RX TORACE nella proiezione L-L in sede antero-basale una formazione ampia a goccia marcatamente ipodiafana a margini netti. Utile quindi ulteriori accertamenti del caso e/o confronti con Rx TORACE precedenti."

Mio padre effettua un RX TORACE ogni 2-3 anni circa, proprio per controllare l'eventuale insorgenza di tumori polmonari. Le allego il referto del precedente RX TORACE effettuato il 27 marzo 2015: "non lesioni pleuro-parenchimali a focolaio in atto nei limiti risoluzione della metodica. Modesto ispessimento dell'interstizio peribronchiale diffuso.Tenui strie disatelettasiche basali bilaterali. Esiti fibrotici biapicali. Ombra cardiaca nei limiti.i reperti descritti appaiono generalmenti invariati rispetto all'ultima indagine radiografica di 3 anni fa."

La mia domanda dottore è ovviamente cosa dobbiamo fare, che cosa è questa "formazione ampia marcatamente ipodiafana?" e se essa sia qualcosa di cui preoccuparsi e che possa riferirsi ad un eventuale tumore polmonare, considerata la sua storia clinica ed anamnemistica, e se dobbiamo andare al più presto a consulto presso un medico pneumologo. La ringrazio infinitamente per il gentile consulto.

Risposta di:
Dr. Giorgio De Bernardi
Specialista in Allergologia e immunologia clinica e Fisiopatologia e fisiokinesiterapia respiratoria
Risposta

Deve eseguire preliminarmente una TAC Torace basale e con mezzo di contrasto, poi fare una visita specialistica pneumologica. Il collega poi, in base ai reperti TAC prenderà le ulteriori decisioni diagnostiche. Cordiali saluti.

TAG: Esami | Malattie dell'apparato respiratorio | Polmoni e bronchi | Radiodiagnostica | Tumori
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!