Gentilissimi, sono in terapia con Esomeprazolo da un mese, a causa di una pirosi gastrica insorta agli inizi di maggio in seguito a una breve terapia con Etoricoxib e antidolorifici, presi sempre con gastroprotezione. Recentemente ho effettuato due settimane di terapia con antibiotici, in quanto ero risultata Positiva all'esame per l'Helicobacter. Dal momento che non avevo ancora fatto una gastroscopia per capire cosa avessi, il mio medico curante me l'ha prescritta ed è risultato che non ho praticamente nulla. Il referto indica: "Esofago senza lesioni, cardias continente. Cavità gastrica con presenza di secreti, priva di lesioni attive. Piloro pervio, bulbo e seconda porzione duodenali senza lesioni". Il dottore sospetta un possibile reflusso, che però endoscopicamente risulta negativo: mi ha detto, infatti, che potrebbe essere negativo, perché ancora in terapia. La mia domanda, pertanto, è la seguente: il risultato della gastroscopia può considerarsi attendibile, nonostante stia prendendo Lucen da un mese? Non mi riferisco all'Helicobacter, so che per quello bisogna attendere almeno un mese dal termine; mi riferisco a lesioni o patologie varie. Giusto per capire se non ho effettuato un esame così invasivo inutilmente, perché purtroppo il mio medico di base non mi aveva avvisata a tal riguardo e anzi, aveva segnato una priorità di prestazione entro 10 giorni. Grazie mille per la disponibilità.