Gent.mi dottori, ho 37 anni e sono stato operato di varicocele di secondo grado a sx alla fine di novembre con scleroembolizzazione Tauber. Negli anni precedenti ho sofferto in 3 occasioni di prostatite, ma con dei cicli di 10 gg di antibiotici tipo levoxacin o bactrim l'infiammazione passava e non avevo più disturbi (bruciore all'uretra e andare... Leggi di più spesso a fare pipì) anche per 3 anni. Il varicocele era dolente, e dava fastidio particolarmente quando era infiammata la prostata. Negli altri periodi, era solo un fastidio quando facevo lunghe camminate o sforzi fisici, ma gestibile. Se mi toccavo le vene c'era un doloretto, ma il testicolo era non dolente. A novembre mi hanno consigliato di operarmi perchè i parametri seminali potevano peggiorare e perchè comunque potevo non avere più il fastidio. Durante l'operazione, nonostante l'anestesia locale ho provato molto dolore quando mi movimentavano il testicolo. Problema: dopo ciclo di 10 gg di augmentin, svariati antiinfiammatori fans e 1 mese di cortisone, il testicolo sinistro mi fa ancora molto male al tatto come non era mai capitato prima e se cammino per più di 10 minuti il dolore peggiora e mi vengono anche dolori inguinali a sx. Tutti gli esami effettuati: ecografia ai testicoli, ecodoppler scrotale, spermiogramma e spermiocoltura e test di Stamey risultano negativi. Testicoli perfetti.L'ecografia alla prostata transrettale dice che è lievemente ipertrofica. Secondo la TAC addome-pelvi invece è normale. La TAC non ha evidenziato calcoli ai reni e alla vescica e nessuna problematica. La prostata al tatto risulta non dolente, mentre quando ho avuto problemi in passato di prostatite mi faceva male. E dopo la cura antibiotica ritornava più piccola e non dolente.Sono passati ormai più di tre mesi e da un intervento semplice che doveva risolversi in pochi gg di fastidi ho ricavato questo dolore perenne al testicolo sx. L'urologo che mi ha operato dice che siccome gli esami sono perfetti non è colpa dell'intervento. Ma erano perfetti anche prima dell'operazione. Sta di fatto che prima dell'intervento il testicolo non mi doleva e riuscivo a camminare per 10 ore di fila senza alcun problema. Adesso invece non riesco a camminare per più di 20 minuti senza avere dolori al testicolo e all'inguine. Secondo l'urologo, al tatto non può essere neanche un'ernia. Cosa Fare? Cosa può essere successo?