09-03-2006

Gent.mo dottore, il mio bambino di 9 anni è stato

Gent.mo Dottore, il mio bambino di 9 anni è stato protagonista di un fatto spiacevole: l'ho accompagnato dalla parrucchiera che per tagliarli i capelli nel collo ha usato un rasoio usato pochi secondi prima dalla sua lavorante su un altro cliente di circa 50 anni e cambiandoselo più volte. Quando me ne sono resa conto sono intervenuta e la parrucchiera si è scusata riconoscendo la leggerezza, il bambino però ha lamentato bruciore al collo presentando in più punti delle escoriazioni come quando una persona si rade e fluoriescono micro particelle di Sangue. L'altro Signore non sembrava tagliato forse escoriato come mio figlio. A che rischio di contagio è esposto il mio bambino? Che cosa si può fare? Se fosse stato contagiato che possibilità di guarigione avrebbe o che effetti avrebbe la malattia su un soggetto così giovane? Grazie.
Dr. Fegato.com
Risposta di:
Dr. Fegato.com
Risposta
Il rischio, anche se estremamente basso, non può essere escluso. Pertanto è consigliabile eseguire tra 2-3 mesi aminotransferasi e anti-HCV. Se fosse contagiato comunque vi sono elevate possibilità di guarigione.
TAG: Epatologia | Fegato | Gastroenterologia | Medicina interna
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!