Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

08-01-2013

gestione delle forme tumorali vescicali recidivanti

Egregio Dott. Spero potrà darmi una risposta ai miei dubbi ed eventualmente consigliarmi un centro specialistico, mia madre 78 anni a settembre 2012 in pieno benessereriferisce ematuria ad un primo controllo eco presenza di tre neoformazione all'emitrigono sinistro, la TAc non evidenzia ulteriori neoformazione e peraltro non si osservano linfoadenomegalie vicine e lontane, fegato indenne. si programma ricovero e cistoscopia durante la quale vengono resecate le neoformazioni che all'esame istologico vengono identificate G2G3 t1, sottoposta a 6 cicli di BCG a distanza di circa 50 giorni ricomparsa sporadica di ematuria (urine color marsala) si nesegue citologia che risulta negativa nei tre campioni, all'eco verosimili papillomi sul fondo dell vescica circa 1 cm di impianto. la mia domanda so già che dovrà rifare la cistoscopia, nel casoin cui ci dovesse essere una recidiva in cosi breve tempo, e considerato che il BCG non è più prodotto e considerata l'età di mia madre cosa è consigliabile fare
Risposta

Gentile Utente,

le scelte sono sempre orientate dalle condizioni generali e dalla aspettativa di vita.

Nei casi di neoformazione recidivante e biologicamente aggressiva se le condizioni cliniche lo consentono si potrebbe optare per una cistectomia ( asportazione della vescica ) e conseguente derivazione urinaria

In alternativa affidamento ad un urologo oncologo per trattamenti chemioterapici

TAG: Reni e vie urinarie | Urologia
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!