Logo Paginemediche
  • Programmi
  • Visite
  • Salute A-Z
  • Chi siamo
  • MediciMedici
  • AziendeAziende
L’ESPERTO RISPONDE

Ho 46 anni. sono in terapia con 1 cpr. di lobivon

ho 46 anni. sono in terapia con 1 cpr. di lobivon al mattino e 1 cpr. di coversyl la sera. non mi è più possibile fare donazioni del sangue per via del lobivon in quanto beta-bloccante. premesso che i miei valori cardiaci attuali sono assolutamente normali. mi è stato detto che il lobivon è un farmaco che ha "memoria". ma che significa? sono molto dispiaciuta per questa "penalizzazione".grazie.
Risposta del medico
Paginemediche
Paginemediche
Non so di preciso cosa abbiano voluto spiegarle, forse il fatto che l’azione del betabloccante è quella di “blocco” di determinati recettori,un effetto peraltro voluto e che dà buoni risultati in termini di controllo della pressione arteriosa e della frequenza cardiaca. Il blocco persiste, ovviamente, anche nell’intervallo fra l’assunzione delle compresse.
Risposto il: 06 Febbraio 2008
Unisciti ad una community di oltre 50mila persone per ricevere sconti esclusivi e consigli di salute dai nostri esperti.
Ho letto l'Informativa sulla Privacy e acconsento al trattamento dei miei dati personali