Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

07-06-2017

I farmaci alterano l'esito degli esami?

Salve, ho un intervento programmato per togliere un nodulo al seno (il 9 giugno). L'anestesista mi ha detto che non posso farlo se persiste la cistite che sto già curando da 5 giorni con antibiotico. Pertanto mi ha detto di ripetere l'esame delle urine al termine della cura prescritta che era di 10 giorni per verificare la presenza o meno dell'infezione. Ho letto che i farmaci non alterano l'esito dell'esame. È vero? Posso ripetere l'esame appena finita la cura antibiotica? Mi chiedevo inoltre se magari non sia eccessiva la durata di 10 giorni considerato che l'esame colturale delle urine è risultato positivo per Gram negativi; numero di colonie 900000 CFU/ml.

Risposta

Buongiorno, le consiglio di effettuare l'esame delle urine almeno 48 ore dopo la sospensione della cura antibiotica poiché il risultato potrebbe risultare alterato. La terapia consigliata dal collega è assolutamente corretta.

TAG: Biochimica clinica | Esami | Farmacologia | Medicina generale | Patologia clinica | Urologia
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!