il mio nome è Antonella.Ho 42 anni.mi rivolgo a voi perchè sto vivendo un momento di totale confusione..se in 5 anni ho affrontato il mio problema con coraggio e sorriso sempre sulle labbra,oggi un pò di paura e sconforto purtroppo cominciano ad assalire la mia mente,specialmente quando penso ai miei 3 figli ancora troppo piccoli(2gemelli di 10 anni e mezzo e una bimba di 9).per la prima volta,nel maggio 2004 sono stata operata alla vescica,che era piena di piccoli papillomi, con la seguente diagnosi istologica"CARCINOMA UROTELIALE PAPILLIFERO G1-2..sottoposta subito a 6 instillaz con BCG..a distanza di 4 mesi si erano formati di nuovo(solo 3)bruciati direttam in cistoscopia..per riassumere,altrim sarebbe lunghiss,ogni 4 mesi mi controllavano tramite cistosc.e fino ad oggi ad un solo controllo non se ne sono visti....diverse volte mi sono stati bruciati in cistosc senza anest e ricovero, quindi senza biopsie.oltre al BCG mi hanno fatto provare la FARMARUBICINA e la MITOMICINA(se non erro il nome )..elenco le diagnosi istologiche che posseggo...:-anno 2005"CARCINOMA UROTELIALE PAPILLARE G1-G2,NON INFILTRANTE".....anno 2006"MULTIPLI FRAMMENTI DI CARCINOMA PAPILLARE A CELLULE TRANSIZIONALI GRADO2-3-non si osserva infiltraz dello stroma"..anno2007"(fatto in un'altra sede ospedaliera con piccoli prelievi nel trigono,parte later dx-parte later sx-cupola-par post)"CARCINOMA UROTELIALE PAPILLIFERO G2(basso grado sec.WHO)con iniziali aspetti di infiltraz della lamina propria(pT1,G2)--CISTITE CRONICA ASSOCIATA AD IPERPLASIA UROTEL REATTIVA.--CARCINOMA UROT. PAPILLIF.G2(baso grado di WHO)con iniz aspetti di infitraz del chorion.--minutiss frustolo di tessuto fibroso.---LEMBO DI MUCOSA VESCIC.ESTESAM.DISEPITELIZZATO,CON FLOGOSI DELLA LAMINA PROPRIA.--anno 2008"CARCINOMA UROTEL.G2-3,senza chiara evidenza di invasione stromale.--ultimo,marzo 2009"FOCOLAI DI CARCINOMA PAPILLARE NON INFILTRANTE G1-G2...durante questa avventura (non ricordo in quale anno) ho avuto anche una cistite chimica dovuta alle terapie(tremenda!!!)...l'urologo che mi ha seguita fino ad oggi, vista la mia età vorrebbe farmi fare ancora un altro ciclo di terapia con un nuovo farmaco "GEMCITABINA"(che fra l altro ho già provato 2 anni fa ma non sopportato)volendomi a tutti i costi convincere che non è così grave come invece il suo direttore ritiene.. infatti,quest'ultimo mi ha tanto spaventata dicendomi che è arrivato il momento di togliere la vescica perchè rischio la vita......mi sono documentata sull intervento a cui eventualm. dovrei sttopormi(cistectomia radicale con neovescica ortotopica),ed è una cosa spaventosa, troppo devastante a livello psicologico e fisico specialm in una età come la mia...cosa vi chiedo??!!..di darmi cortesemente qualche delucidaz.riguardo queste opinioni completam opposte di due dottori che lavorano giornalm. fianco a fianco...e se secondo voi è il caso di sentire altri pareri e se si a chi rivolgermi...quali sono i centri più all'avanguardia per questo tipo di intervento....vi ringrazio per la gentile attenzione offertami e vi saluto in attesa di una gradita risposta....cesarone antonella