15-03-2006

Il mio ragazzo, di 22 anni, (è diabetico da

Il mio ragazzo, di 22 anni, (è diabetico da l'età di 10 anni) ha avuto forti dolori al petto. Lo hanno ricoverato in ospedale, ma non sapevano cosa avesse. Dopo averlo stabilizzato (dopo circa 4 giorni) lo hanno trasferito a un ospedale di Roma. Qui lo hanno ricoverato nel reparto intensivo di cardiologia. Lo hanno attaccato a dei monitor, gli hanno fatto Eparina in vena, poi dopo qualche giorno lo hanno sottoposto alla Coronarografia con Biopsia. Dopo questa è stato male per 24 ore con dolori in tutto il corpo e un pò al petto, dicono sia normale. Il giorno dopo lo hanno trasferito nel reparto di Cardiologia subintensiva, stava meglio, e ci hanno detto che quasi sicuramente si tratta di Miocardite (la risposta della Biopsia non ce l'hanno ancora). Ma ora gli stanno dando la cardioaspirina e compresse cortisoniche, ma un diabetico non può prendere il cortisone, o sbaglio? E poi è giusta la cura che stà facendo? Quali conseguenze porta la Miocardite? Miocardite e Diabete sono collegati? Quando hanno fatto la coronarografia hanno detto anche che ha il cuore infiammato, ma è dovuto alla miocardite? Vi rigrazio in anticipo e spero che saprete chiarirmi tutto sulla miocardite e tutto quello che ne consegue.
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Risposta
La miocardite è una infiammazione acuta o cronica che interessa il miocardio e la miocardite può simulare sia clinicamente sia ECGraficamente un infarto miocardico. E’ corretta la terapia medica a cui è sottoposto.
TAG: Cuore | Malattie dell'apparato cardiovascolare