15-05-2017

Improvvise crisi di freddo

Ho 54 anni sono obeso (157 kg x 184 cm. Di altezza) ipertesto, sofferente di una iniziale forma di BCPO e da un anno in cura per il diabete. La mia attuale terapia consiste in Congescor 1.25mg, Lasix 25mg al mattino, ACTOS 30 e Deursil 450mg dopo pranzo, Lasix 25mg alle 17:00, Triatec 5mg, Allopurinolo 300mg dopo cena.
Da qualche tempo soffro, specialmente al mattino presto, di attacchi di freddo intenso senza febbre, a volte accompagnati da una sensazione di mandamento. Il freddo sembra particolarmente concentrato a gambe e braccia, io che ho sempre avuto mani e piedi bollenti in tutte le stagioni, ora li ho costantemente freddi. La sensazione di freddo, pur avendo dei picchi al mattino, è comunque presente per l'intera giornata accompagnata spesso da un intorpidimento delle mani. La pressione è stabile e normale e così pure l'ossigenazione. Da cosa può dipendere questa fastidiosissima situazione?

Risposta

Le consiglio di riferire il sintomo riferito (sensazioni di freddo prolungate), in corso di trattamento con farmaci antidiabetici; potrebbero essere delle crisi "ipoglicemiche", cioè di abbassamento della concentrazione di glucosio nel sangue, pertanto le consiglio di segnalare subito questo disturbo al suo medico o diabetologo.

TAG: Diabete | Endocrinologia e malattie del ricambio | Medicina generale | Medicina interna