24-02-2006

Innanzitutto grazie per il servizio che offrite a

Innanzitutto grazie per il servizio che offrite a tutti noi utenti che cerchiamo continuamente risposte e chiarimenti, che in alcuni momenti è difficile ricevere dai propri medici di base, la mia domanda era questa: è da qualche mese che ho iniziato ad avere il timore di avere dei problemi all'apparato Cardiovascolare... soltanto dopo un piccolo episodio di giramento di testa in palestra mentre mi allenavo in modo anche molto intenso. ho fatto la visita dal cardiologo con ECG sottosforzo con risultato negativo; in seguito ho rifatto un'altra visita con tanto di Ecocardiogramma, ed il referto è il seguente "modesta aritmia sinusale, lieve ritardo dell'attivazione ventricolare; Ventricolo sx con lieve ipertrofia simmetrica; cavità destre di volume ai limiti superiori della norma; e tutto il resto ok. ho una frequenza a riposo di 53 rpm al minuto, pressione arteriosa normo/alta da 125/135 a 80/90 minima. colesterolo totale 222 HDL=65 LDL=150. faccio cyclette almeno per 3 ore la settimana da circa due mesi, ed ho alcuni anni di palestra alle spalle, di allenamenti sia con i pesi che aerobici molto frequenti, ed in passato all'epoca delle superiori giocavo a basket almeno 3 volte alla settimana. Io dal cardiologo ci ero andato per tranquillizzarmi, ma con tutte quelle parole del referto in testa mi si sono creati ulteriori timori a riguardo della mia salute. posso stare tranquillo è continuare sia a fare cyclette frequentemente e con intensità pari al 70/80% della FC max, e correre quanti mi pare? il mi cuore è sano e forte come mi sembrava una volta? rigranzio anticipatamente.
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Risposta
Faccia vita normale e prosegua la sua attività fisica. Se le sue problematiche di “ tensione “ non passano , può ricorrere a qualche blando ansiolitico, anche di tipo omeopatico, che ben controllano tali situazioni.
TAG: Cuore | Malattie dell'apparato cardiovascolare