Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

22-06-2012

INQUADRAMENTO CLINICO

Fin da quando ero molto piccolo (circa un anno e mezzo o due, non ricordo molto bene) agito le mani tutte le volte che penso a qualcosa di piacevole: un lieto evento, passare un esame, diventare ricco, famoso, cose del genere.Le agito freneticamente, e la cosa mi provoca anche un certo sollievo e piacere, ma mi succede solo quando sono da solo, in pubblico non ne sento il bisogno, forse perché inconsciamente provo vergogna, anche se quando andavo alle elementari i miei compagni notavano qualche mio "scatto". Vorrei tanto smettere ma non ci riesco, mi ero promesso di finirla all'inizio del quinto anno scolastico, a 18 anni, all'università, ma non ci sono mai riuscito, è più forte di me, ho bisogno di aiuto! Anche perché in questo modo studierei meglio, senza distrazioni, perdo almeno 2 ore al pomeriggio per agitare le mani.Saluti
Risposta di:
Dr. Pietro De Domenico
Specialista in Neurologia e Psichiatria
Risposta

Sembra un rituale compulsivo che allenta l'ansia.Onde evitare un veo e proprio disturbo ossessivocompulsivo, è il caso di consultare uno specialista psichiatra per inquadrare la situazione sia dal punto di vista clinico, che eventualmente terapeutico. 

TAG: Malattie psichiatriche | Psichiatria | Salute mentale
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!