Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

15-11-2018

Ispessimento fibrotico della pleura apicale bilaterale

Salve, da circa un mese soffro di un dolore alla base delle scapola destra che successivamente si è irradiato alla zona sottosternale con difficoltà a tenere la posizione eretta. Detto questo il fisiatra mi ha consigliato di fare una tc del rachide cervico- dorsale e nel referto è stata trovata una rotoscoliosi dorsale destro convessa e come reperto collaterale un ispessimento fibrotico della pleura apicale bilaterale.

La mia domanda è questa: A cosa è dovuto questo ispessimento fibrotico? Mi devo preoccupare? Io ogni anno da più di dieci anni quando arriva l'inverno soffro di una tosse secca e insistente a cui più di dieci specialisti non hanno trovato mai una soluzione se non la terapia termale con insuflzioni. È per caso legato a questo? Grazie per eventuali risposte.

Risposta di:
Dr. Giorgio De Bernardi
Specialista in Allergologia e immunologia clinica e Fisiopatologia e fisiokinesiterapia respiratoria
Risposta

Gli ispessimenti fibrotici apicali sono rilevati con una certa frequenza sia nelle radiografie standard del torace che come reperto collaterale in esami eseguiti per altro motivo, come è capitato a lei. Sono esiti di antichi processi infiammatori del polmone, guariti da tempo immemore. Per quanto riguarda la tosse nel periodo freddo, potrebbe trattarsi di un equivalente asmatico, per cui sarebbe indicato eseguire un test con Metacolina di conferma.

La tosse/asma potrebbe essere conseguenza di una maggiore esposizione ad allergeni domestici (ad esempio gli acari), che durante la stagione fredda raggiungono nelle abitazioni concentrazioni elevate per lo scarso ricambio d'aria generato dalle finestre tenute chiuse per il freddo. In questo caso dovrebbe eseguire i test allergologici. Cordiali saluti.

TAG: Adulti | Anziani | Apparato Respiratorio | Malattie dell'apparato respiratorio | Pneumologia | Polmoni e bronchi | Radiodiagnostica | Torace
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!