09-09-2016

L'alitosi può dipendere dalla bile?

Da ragazzina soffro di alitosi. Da 4 anni soffro di reflusso gastroesofageo e sono intollerante a diversi cibi. Vado a bagno tutti i giorni. 3 anni fa all'improvviso per una settimana sparì l'alito cattivo e poi ricomparve dopodichè è sparito di nuovo per un'altra settimana l'anno scorso e poi è ricomparso.
Ho l'alito pesante quindi molto maleodorante, quasi sempre lo stesso odore, la bocca amara e secca soprattutto quanto sono in attività che sia dovuta al lavoro o altro. Mi sono rivolta a diversi gastrenterologi ma nessuno mi ha risolto il problema. Chi diceva per la deviazione nasale che ho, chi per il reflusso e altri per l'intolleranza alimentare. E tutti hanno torto perché quando l'alito cattivo è sparito mangiavo di tutto, già soffrivo di reflusso e la deviazione nasale c'era e c'è ancora. Mi chiedo se può essere la bile, un eccesso di bile o carenza? Spero di poter avere giuste indicazioni visto che questo problema mi sta compromettendo la vita sociale. Grazie
Risposta di:
Dr. Marcello Picchio
Specialista in Chirurgia dell'apparato digerente e Chirurgia generale
Risposta
La causa più frequente dell'alitosi è da ricercarsi nella carente igiene orale. Quindi, il consiglio consultare un dentista. Cause gastrontereologiche, quali il reflusso e patologie epatiche, solo molto raramente causano alitosi. In particolare, l'alitosi si può avere in caso di grave insufficienza epatica.      
TAG: Bocca e denti | Gastroenterologia | Odontoiatria