05-09-2017

La polvere dei farmaci inalatori è pericolosa?

Salve mi è stato recentemente prescritto il Formeterolo EG in capsule con polvere per inalazione, la mia domanda è che fine fa la polvere che inalo? Si deposita per sempre nei polmoni e alla fine li ostruisce? oppure viene smaltita in qualche modo dal corpo? Mi devo preoccupare?

Risposta di:
Dr. Giorgio De Bernardi
Specialista in Allergologia e immunologia clinica e Fisiopatologia e fisiokinesiterapia respiratoria
Risposta

I farmaci per il trattamento delle forme ostruttive respiratorie (asma, Bronchite Cronica Ostruttiva=BPCO ed enfisema) è ormai da decenni incentrato sui farmaci inalatori. Motivo: sono prontamente disponibili là dove necessitano, riduzione delle dosi (quindi minor tossicità, ecc). Mentre prima erano essenzialmente bombolette caricate sotto pressione con un medicinale in soluzione, oggi si propende all'utilizzo delle polveri inalatorie (maggiore stabilità, maggior durata nel tempo del farmaco, normalmente non richiesta la conservazione in frigorifero, ecc).

Per quanto riguarda il medicinale generico Formoterolo EG, di cui mi chiede in particolare, esso è sottoforma di formoterolo fumarato, la quantità per dose veramente ridotta, viene metabolizzato completamente (tener presente che solo circa il 20-25% della dose inalata finisce realmente nei polmoni, spesso si ferma prima, in faringe, ecc) il lattosio è un eccipiente che serve per migliorare la nebulizzazione del farmaco e anche come indicatore della avvenuta erogazione (è dolce). Anche qui le dosi sono ridottissime e il lattosio viene completamente metabolizzato. Cordiali saluti.

TAG: Apparato Respiratorio | Farmacologia | Malattie dell'apparato respiratorio | Pneumologia | Polmoni e bronchi