L’ESPERTO RISPONDE

Linfonodi ascellari bilaterali gonfi e doloranti

Buonasera Dott.,

sono una ragazza di 28 anni. Premetto che già in passato mi si erano gonfiati i linfonodi ascellari, sempre però da una parte per volta, quando esageravo col deodorante o cambiato marca. Ad ottobre scorso mi si è ripresentato il problema, stavolta da entrambe le ascelle e con linfonodi davvero molti gonfi e rossi e molto doloranti, subito non ho voluto prendere farmaci per il mio problema di reflusso ma una mattina mi sono svegliata con febbre e dolori fortissimi così ho fatto qualche giorno di antinfiammatorio e mi è passato tutto.

er paura di emanare però cattivo odore al lavoro ho continuato con un altro deodorante e così ho avuto di nuovo gonfiore e dolore. Al ché, essendo fuori sedi per uno stage, ho chiesto alla mia coinquilina medico che mi ha tranquillizzato dicendo che fosse colpa dei deodoranti e di assumere ancora antinfiammatori e augumentin. Anche stavolta il problema è stato risolto per poi ripresentarsi a distanza di 20 giorni e passandomi nuovamente con brufen 600.

Oggi ho di nuovo questo problema, linfonodo rosso e gonfio solo dalla parte destra, molto doloroso sia a toccarlo che solamente alzando io braccio. Le premetto che ancora non sono andata dal medico perché sono tornata da pochi giorni nella mia regione e il medico di base è in ferie, ovviamente ci andrò appena rientrerà. Ho fatto esami del sangue di routine a fine luglio ed erano tutti nella norma, a parte questo problema non ho altri disturbi, né dimagrimento, né stanchezza, ho appetito ma ho solo una Grande paura perché temo possa essere un linfoma o una leucemia. Non ho linfonodi palpabili e doloranti in altre zone del corpo.

i ringrazio per l'attenzione, purtroppo da alcuni mesi non vivo più dall'ansia.

Risposta del medico
Dr. Marcello Picchio
Dr. Marcello Picchio
Specialista in Chirurgia generale e Gastroenterologia

Si tratta di episodi di idrosadenite, frequente in chi usa deodoranti.

Semplicemente deve ridurre il più possibile l'uso di deodoranti e trattare le fasi acute con antibiotici ed eventuale drenaggio di raccolte ascessuale che si potrebbero formare.

Unisciti ad una community di oltre 50mila persone per ricevere sconti esclusivi e consigli di salute dai nostri esperti.
Ho letto l'Informativa sulla Privacy e acconsento al trattamento dei miei dati personali
articoli correlati
Linfonodi gonfi: cosa fare?
Linfonodi gonfi: cosa fare?
4 minuti
Linfonodi ingrossati: le cause della linfoadenopatia
Linfonodi ingrossati: le cause della linfoadenopatia
5 minuti
Unisciti ad una community di oltre 50mila persone per ricevere sconti esclusivi e consigli di salute dai nostri esperti.
Ho letto l'Informativa sulla Privacy e acconsento al trattamento dei miei dati personali
Cerca un medico nella tua città
Specialista in Medicina generale e Endocrinologia e malattie del ricambio
Cadorago (CO)
Specialista in Medicina generale e Endocrinologia e malattie del ricambio
Prov. di Napoli
Contatta il migliore specialista nella tua città
Specialista in Endocrinologia e malattie del ricambio e Ortopedia e traumatologia
Gravina di Catania (CT)
Specialista in Medicina generale e Psicoterapia
Milano (MI)
Medico di Medicina generale
Prov. di Pescara
Contatta il migliore specialista nella tua città
Specialista in Medicina generale e Cardiologia
San Bartolomeo in Galdo (BN)
Specialista in Endocrinologia e malattie del ricambio
Napoli (NA)
Specialista in Endocrinologia e malattie del ricambio
Catania (CT)
Medico di Medicina generale
Prov. di Latina
Specialista in Endocrinologia e malattie del ricambio e Medicina del lavoro
Carmignano (PO)